Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno marzo 21st, 2012

mer, mar 21, 2012  Roberta Buscherini
Dipendenti pubblici: retribuzioni 2011 ferme (+0,2%), inflazione +2,8%
Vota Questo Articolo

Nel 2011 si è registrato un aumento del 0,2% delle retribuzioni contrattuali dei dipendenti pubblici rispetto all’anno precedente. Questo incremento, secondo l’Aran, corrisponde all’indennità di vacanza contrattuale e mette in evidenzia una perdita della capacità di acquisto del 2,6 %, se rapportato all’incremento medio dell’inflazione (2,8%).

 

Questi dati corrispondono al rapporto semestrale sulle retribuzioni dei dipendenti pubblici e, sono stati messi a confronto con l’andamento delle retribuzioni nel settore privato e, in particolare, nell’industria, comparto nel quale si registra un incremento del 2,5% nel 2011.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
mer, mar 21, 2012  Roberta Buscherini
Maestra arrestata per atteggiamenti “violenti” contro alunni di 8 e 9 anni.
Vota Questo Articolo

Donna, 54 anni, madre de due figli e insegnanti da molti anni in una scuola elementare di Brescia. Questo è il profilo di un’insegnante arrestata dai carabinieri per presumibilmente aver maltrattato alunni di 8 e 9 anni. L’arresto è stato grazie ad un intervento dei carabinieri che hanno collocato una telecamera nell’aula tra varie denunce dei genitori dei bambini.

 

Adnkronos

Secondo i carabinieri, i modi utilizzati per questa maestra nei confronti di alcuni bambini erano “prepotenti e violenti”, per questo motivo è scattato l’arresto.
Il presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori, Antonio Marziale, considera favorevole il posizionamento di telecamere nelle aule “considerato il reiterarsi di violenze sui bambini, che ha raggiunto indiscutibilmente vette emergenziali”, ha dichiarato all’agenzia Adnkronos.

 

Inoltre, ha segnalato che sta avanzando una proposta per sottoporre gli insegnanti e docenti ad “accertamenti periodici di tenuta psico-emotiva”, Una proposta che, secondo marziale, il nutrito stuolo di benpensanti distribuiti lungo la penisola ha sempre bocciato come provocatoria, ma che ripropongo con forza non già per infangare il corpo nobile degli insegnanti, bensì – conclude – al fine di sradicare da esso le mele marce”.

 

Questa è la vergognosa notizia e la definisco come vergognosa perché la violenza non ha mai funzionato per una corretta educazione dei bambini, bisogna creare in loro delle priorità e delle fondamenti basate nel rispetto e la comunicazione. Una volta, nella scuola ci picchiavano in continuazione e i nostri genitori erano molto favorevoli a queste tecniche, dopo siamo passati alla parte opposta e i genitori, ad oggi, non tollerano neanche uno schiaffo.

 

Io, maestra, a questo punto mi chiedo e ti chiedo anche a te, cosa sia meglio? Dove si trova il limite?
La mia risposta: usare il buon senso. Qual è la tua?

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
mer, mar 21, 2012  Roberta Buscherini
Marò arrestati in India: altre due settimane di carcere
Vota Questo Articolo

foto: esercito italiano blog

Il giudice di Kollam, lo stato indiano nel quale si trovano prigionieri di due militari italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, ha esteso di altre due settimane i termini di carcere in quanto le indagini sono ancora in corso.
I due marò italiani sono stati arrestati più di un mese fa accusati di avere ucciso due pescatori indiani ai quali avevano scambiato per pirati.
Secondo ha informato l’agenzia ANSA, il tribunale attende i risultati della perizia balistica per decidere sulla possibilità che i militari siano processati in India, come pretende il governo indiano, o in Italia, a richiesta della UE e il governo italiano.
Il rappresentante legale dei soldati arrestati, Sunil Maheshwar, ha presentato al giudice “una petizione cautelativa” in cui si fa presente che nella prima settimana di esami, quando erano presenti gli esperti dei Ros, “non tutte le procedure seguite sono state conformi agli standard internazionali necessari per questi test”. L’allungamento dei tempi della perizia balistica non sembra aver influito sul morale dei due fucilieri del San Marco tornati nel pomeriggio nel penitenziario di Trivandum.

 

L’ IMPEGNO DELLA UE
La Ministra europea degli Esteri, Catherine Asthon, ha mantenuto un incontro al Parlamento europeo con una delegazione di deputati italiani per informarli sulle ultime novità delle negoziazioni tra la UE nella vicenda dei marò italiani arrestati in India: “ho assicurato i parlamentari italiani sul lavoro che sin dall’inizio abbiamo fatto, tanto personalmente, quanto tramite il nostro rappresentante ed i nostri servizi”.
La Ashton ha ribadito “il suo forte desiderio che sia trovata al più presto possibile una soluzione reciprocamente accettabile”. E’ quanto si legge in una nota del portavoce dell’alto rappresentante.

 

 

Argomenti correlati:

- Mistura: nessun militare viene giudicato in un altro stato

- Terzi: i militari non dovevano entrare in acque indiane

- Marò: stiamo bene

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest