Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno giugno 18th, 2012

lun, giu 18, 2012  Roberta Buscherini
Bufera sulla Scuola Primaria: troppi Bambini Bocciati
Vota Questo Articolo

foto: universinet

“Tutta la comunità, oggi, si senta corresponsabile di questi fallimenti scolastici. Vengano ripristinate le compresenze, perché è inaccettabile che i più piccoli e i più deboli, vengano umiliati da un’esclusione precoce che lascia ferite profonde ”. Questa una delle reazioni più forte della responsabile scuola del PD Francesca Puglisi a seguito dell’aumento delle bocciature nella scuola primaria.

 

A seguito della bocciatura di 5 alunni, tre stranieri e due italiani tra cui un bambino disabile, nella scuola elementare di Pontremoli (Massa Carrara) che hanno visto scendere in campo lo stesso Ministro Profumo e il Miur che ha avviato un’indagine interna, arriva la notizia che altri 4 bambini tra Pavia e Bergamo dovranno ripetere la prima elementare. Il comitato dei genitori di Pontremoli ha portato alla ribalta il problema certamente fondato del numero troppo elevati di bambini all’interno di una stessa classe che non permette alle insegnanti di seguire correttamente e parimenti anche gli alunni più bisognosi di assistenza scolastica. Il preside dell’istituto in questione ha subito precisato, difendendo il proprio corpo docente, che il numero degli allievi nelle classi coinvolte dalla bocciatura era di 27 alunni, quindi nessun sovraffollamento può essere la causa della decisione del comitato insegnante.

 

La rabbia e l’apprensione dei genitori dei bambini bocciati però cresce ed è comprensibile; la bocciatura è un segno che rimane nella psiche di un bambino. “Bocciare in prima elementare, cioè in un momento in cui si va sui banchi, ma con molti elementi ancora legati al gioco, alla socializzazione ed alla condivisione delle regole comuni, è come finire direttamente nel bosco dell’orco ” come ha spiegato il giornalista e scrittore, nonché insegnante in un istituto professionale Marco Lodoli.

 

Il Miur non ha ancora terminato le indagini su questa vicenda e alla luce delle bocciature di Bergamo e Pavia, dovrà anche estendere il suo raggio di azione per relazionare il Ministero, unico organo proposto a trarre le conclusioni finali e anche eventuali provvedimenti se sarà ritenuto necessario.

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
lun, giu 18, 2012  Roberta Buscherini
Marina Militare: udienza preliminare rinviata al 10 luglio
Vota Questo Articolo

Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, fucilieri della Marina Militare trattenuti in India, dovevano presentarsi oggi a Kollam, nella regione del Kerala, in quanto era prevista un’udienza del processo giudiziale per l’omicidio di due pescatori indiani il 15 febbraio scorso. L’udienza, invece, è stata rinviata al 10 luglio.

Secondo l’agenzia ANSA, si tratta di un’udienza preliminare per chiarire aspetti procedurali ma anche il meccanismo con il quale i due marò, che non parlano inglese, potranno seguire il giudizio.

Nell’udienza preliminare del 2 giugno scorso gli avvocati difensori avevano spiegato la questione al giudice P.D. Rajan che aveva aggiornato il processo disponendo il reclutamento di traduttori. “Non ci aspettiamo nulla di stravolgente domani – ha detto all’ANSA il console generale a Mumbai, Giampaolo Cutillo – e vedremo se il pubblico ministero porrà anche questioni di sostanza”.

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
lun, giu 18, 2012  Roberta Buscherini
Polizia di Stato: questa settimana il governo deciderà sulle pensioni e sulle riduzioni
Vota Questo Articolo

Il Ministro dell’Interno deciderà questa settimana sulle pensioni e i tagli che incideranno sulle forze dell’ordine in Italia. Secondo il sindacato SAP, non saranno toccati i Presidi Territoriali mentre invece, potrebbero soffrire ridimensionamenti le direzioni centrali e il personale tecnico della Polizia di Stato. D’altra parte, è previsto un processo di semplificazione dei requisiti ( psichici, fisici e attitudinali) per i concorsi.

 

Per quel che riguarda i tagli alla spesa, è necessario trovare un punto d’incontro tra la modernizzazione del parco macchine e la riduzione delle spese. Questo potrebbe essere uno dei punti più conflittivi. Il Sap parla, inoltre, di possibili interventi strutturali in un’ottica “ecologista” per ridurre le spese di riscaldamento.

 

Pensioni

Tutti gli appartenenti alla Polizia di Stato che hanno maturato il diritto ad andare in pensione o che lo matureranno entro quest’anno, non cambierà niente e potranno usufruire le regole attuali. Sul meccanismo dei “cinque anni” però, il ragionamento da fare per il futuro è relativo al nuovo sistema di calcolo contributivo, che da quest’anno è entrato in vigore per tutti.

Per i più giovani, è necessario avere maturato un adeguato numero di anni di servizio per aumentare la base contributiva sulla quale fare il calcolo della pensione, unitamente alla necessità di avviare la previdenza complementare. In ogni caso, il SAP assicura che durante questa settimana ci saranno delle novità al riguardo e sottolinea che “il personale in divisa dev’essere tutelato e soprattutto va difeso il principio della Specificità della Professione, così fortemente voluto dal nostro sindacato AUTONOMO (diffidate dalle imitazioni) fin dalla prima storica piattaforma rivendicativa dell’ottobre 1982 e oggi, fortunatamente, condiviso da tutti”.

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest