Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al mese settembre, 2012

sab, set 29, 2012  Roberta Buscherini
Medici: “per migliorare la qualità del servizio è necessario aumentare il personale”
Vota Questo Articolo

Assistenza medica sul territorio per 24 ore al giorno e dal 2014 anche durante le festività. È quanto prevede il decreto legislativo del Ministro Balduzzi. Impossibile. È la risposta di un sondaggio indetto da Health Monitor CompuGroup Medical e dal quotidiano Il sole24 ore, che ha riguardato 2010 medici di base. In realtà però le strutture di assistenza medica aperte 24 ore su 24 esistono già e sono anche molto ben radicate nel territorio; dunque non serve nulla di nuovo, nessuna rivoluzione né cambiamento all’orizzonte, solo un potenziamento di una realtà già esistente e per alcuni un po’ scomoda.

 

 

Medici: Eterna Assistenza

“L’assistenza di 24 ore, 7 giorni su 7, è solo un grande slogan pubblicitario propagandato dai media e che sta creando notevole confusione sia nei medici sia nei pazienti” afferma a Panorama.it  Pina Onotri, rappresentante nazionale Smi per la continuità assistenziale . La Onofri si lascia andare a una riflessione più approfondita sulla capillarità di un servizio assistenziale già esistente e del quale, a suo parere, le istituzioni vogliono forzatamente ignorare l’esistenza e l’efficienza: “questo tipo di copertura in Italia esiste già: di giorno i medici di famiglia, di notte la continuità assistenziale, la ex guardia medica, per le prestazioni non differibili. Oltre al 118 per le emergenze. Per i medici di famiglia, già oggi, sono previsti nell’Accordo collettivo nazionale della medicina generale forme di aggregazione tra professionisti quali la possibilità di essere collegati in rete per scambiarsi i dati clinici sui pazienti o esercitare medicina di gruppo, svolgendo la professione nello stesso studio ”.

 

 

Secondo l’85% degli intervistati nell’ambito del sondaggio non è tuttavia un obbiettivo realistico quello di garantire una copertura medica assistenziale 24 ore su 24; non solo ma dall’indagine emergono degli  spunti di riflessione importanti su come poter migliorare la sanità territoriale che non vanno ignorati, in quanto la fonte arriva proprio dal campo di applicazione del decreto.

 

 

Alla luce dei dati raccolti con questo sondaggio infatti secondo i medici di base il primo passo da fare per migliorare l’assistenza sanitaria sul territorio è l’aumento del personale infermieristico e dei collaboratori e il potenziamento della diagnostica negli ambulatori. Gli intervistati poi chiedono di rivedere il sistema di formazione e di riaprire immediatamente in questa direzione i tavoli di contrattazione.

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
ven, set 28, 2012  Roberta Buscherini
Pubblica Istruzione: Guida al Concorso per Docenti
Vota Questo Articolo

Pubblichiamo alcuni chiarimenti riguardo i requisiti di partecipazione, le sedi ufficiali e le tempistiche relative al concorso per docenti dell’anno scolastico in corso.

 

Foto: Cisl Scuola

Domande di Partecipazione

Il periodo di ammissioni di domande per partecipare al concorso va dal 6 ottobre fino alle 14.00 del 7 novembre 2012. Queste domande devono essere presentate tramite le procedure di Istanza Online presenti nel sito ufficiale del Ministero (POLIS).
Per accedere a questa procedura è necessario essere registrati nel sistema. è consigliabile, riguardo i docenti già registrati, accertarsi che le proprie credenziali siano ancora funzionanti.
Guarda questo video della FLC CGIL con le istruzioni per la registrazione a POLIS

 

Dove facciamo l’esame?

 

Le sedi e le istruzioni per la realizzazione e lo svolgimento della prova di preselezione saranno pubblicate non prima del 23 novembre, tramite un avviso nella Gazzetta Ufficiale, nella rete Intranet e nel sito del MIUR.
Questo avviso conterrà anche la comunicazione riguardo la pubblicazione dell’archivio da cui sono estratti i quesiti della prova preselettiva nonché delle modalità di restituzione al candidato di copia della prova svolta, se richiesta.
Per sapere se si è ammessi alla prova di preselezione o meno, serve l’avviso del 23 novembre. I questo modo, i candidati ai quali non è stata comunicata l’esclusione dal concorso devono presentarsi per sostenere la prova di preselezione con il documento di riconoscimento in corso e il codice fiscale.
La mancata presentazione nel giorno, ora e sede stabiliti, anche se giustificata, implicherà l’esclusione dal concorso. Se cause di forza maggiore impediscono l’espletamento di una o più sessioni della prova preselettiva nelle giornate programmate, ne viene stabilito il rinvio con una comunicazione, anche in forma orale, ai candidati presenti.

 

Prove Scritte: data e luogo

 

-    Avviso 15 gennaio 2013 nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica e nel sito ufficiale del MIUR (sezione Concorsi ed Esami)
-    L’elenco delle sedi sarà comunicato dagli Uffici Scolastici competenti quindici giorni prima della data delle prove. I candidati si devono presentare nelle rispettive sedi di esame in tempo utile, tenendo conto che le operazioni di appello e di identificazione hanno inizio alle ore 8.00 . È escluso dal concorso il concorrente che non si presenta nel giorno, luogo e ora stabiliti.

 

 

Prova di Laboratorio e pratiche

 

-    Avviso 15 giorni prima delle prove. Detto avviso ha valore di notifica a tutti gli effetti.

 

 

Prove orali: data e luogo

 

-    Comunicazione 20 giorni prima della data in cui essi devono sostenere la prova. I candidati ammessi alla prova orale ne ricevono comunicazione a mezzo di posta elettronica all’indirizzo comunicato nella domanda di partecipazione al concorso, con l’indicazione delle votazioni riportate in ciascuna delle prove scritte, scritto grafiche, di laboratorio e pratiche, della sede, della data e dell’ora di svolgimento della loro prova orale.

 

 

Per approfondire vai al Decreto n.82 / 2012 sull’ Indizione dei concorsi a posti e cattedre, per titoli ed esami, finalizzati al reclutamento del personale docente nelle scuole dell’infanzia, primaria, secondaria di I e II grado.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
ven, set 28, 2012  Roberta Buscherini
Polizia di Stato: concorso per 136 posti per Vice Sovrintendente
Vota Questo Articolo

Foto: aquila tv

 

Polizia di Stato: Concorso Interno, per 136 posti per l’accesso al corso di formazione professionale per l’ottenimento della qualifica di vice sovrintendente del ruolo dei sovrintendenti della Polizia di Stato. ( D.M. del 1° febbraio 2012, successivamente elevati a 336 con D.M. 18 giugno 2012).
La prova scritta avrà luogo il 3 ottobre 2012. I candidati presenti in questo elenco, dovranno presentarsi, con i documenti di riconoscimento validi e necessari in mano e con la ricevuta di presentazione della domanda on-line, in abito borghese.
La prova scritta avrà una durata prevista di 45 minuti per rispondere a 80 domande a risposta multipla. Non è consentito ai candidati di portare al seguito carta da scrivere, appunti, manoscritti, libri o pubblicazioni di qualsiasi genere, ivi compresi codici, leggi, decreti e dizionari linguistici, nonché strumenti elettronici idonei a memorizzare, trasmettere od elaborare dati, ad eccezione dei telefoni cellulari che, se portati al seguito, dovranno essere posti visibilmente sul banco con la batteria disinserita.

 

 

Concorso Polizia di Stato: Servizi

 

La Polizia di Stato mette a disposizione dei candidati un servizio di bus-navetta presso la Stazione Ferroviaria di Nettuno, dalle ore 8.30 alle ore 9.45 per consentire un agevole raggiungimento della predetta sede d’esame.
La mancata presentazione nel giorno e ora stabiliti comporta l’esclusione dal concorso.

 

Fonte: COISP

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
ven, set 28, 2012  Roberta Buscherini
Polizia di Stato: Servizi Sicurezza Stagione Invernale 2012 / 2013
Vota Questo Articolo

Il Ministro dell’Interno ha presentato una bozza di circolare per il regolamento dei servizi di sicurezza e soccorso in montagna con motivo dell’arrivo della stagione invernale.

 
Come tutti gli inverni, è la Polizia di Stato a realizzare i servizi di vigilanza e controllo nelle principali zone turistiche e sciistiche dell’Italia. In questo senso, è necessaria una pianificazione dei servizi da parte dal Centro Addestramento Alpino di Moena, con il supporto e la supervisione delle Questure interessate. L’obiettivo è garantire la sicurezza e i soccorsi nel peculiare contesto dei comprensori sciistici.

 
Per la stagione 2012 / 2013 è previsto l’impiego di 218 operatori, divisi nelle diverse sedi. Il servizio, secondo la bozza di circolare, inizierà a dicembre in base all’apertura degli impianti ed all’innevamento delle piste fino, presumibilmente, alla prima settimana di aprile 2013.

 

 

 

Polizia di Stato: Requisiti

Nel caso di più aspiranti che posti disponibili, avranno la precedenza i dipendenti con:
-    Titolo di maestro di sci alpino o guida alpina
-    Qualifica professionale di istruttore di sci alpino o alpinismo
-    Qualifica professionale di sci alpinista
-    Qualifica professionale di alpinista
-    Qualifica professionale di esperto in manovre di corde
-    Volontario corpo nazionale soccorso alpino e speleologico
A parità di titoli, sarà tenuta in conto :
-    l’esperienza dei candidati riguardo la conoscenza operativa dell’area territoriale in questione.
-    La conoscenza di lingue straniere predominanti nella zona
-    Il più anziano nel ruolo e qualifica di medesima appartenenza

 

Sarà una commissione apposita a valutare le domande di impiego. Questa sarà formata da rappresentanti della Direzione Centrale per gli Affari Generali della Polizia di Stato, della Direzione Centrale per le Risorse Umane e del Centro Addestramento Alpino di Moena.

 

 

 


Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
ven, set 28, 2012  Roberta Buscherini
Polizia Penitenziaria: ricorso per mancato pagamento ore straordinarie
Vota Questo Articolo

Polizia Penitenziaria: Il Sappe avvia un ricorso gratuito al Tar per il no pagamento delle ore di straordinario effettuate oltre le 36 ore settimanali in giorno di riposo settimanale.

 
Si tratta di un ricorso comune per cercare di aumentare la forza di denuncia. Il Sappe avverte che la diffida deve essere presentata da ciascun interessato nell’istituto di appartenenza. Inoltre, è necessario che l’interessato conservi una copia col protocollo di ricezione.

 
Per aderire al ricorso fai click!

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest