Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno novembre 29th, 2012

gio, nov 29, 2012  Roberta Buscherini
Indennità di Missione Nazionale Marina
Vota Questo Articolo

-Lo Stato Maggiore della Marina Militare ha pubblicato la nuova normativa che regola il trattamento economico dei militari e l‘indennità di missione nazionale Marina.

 

Indennità di Missione Nazionale Marina

Con riferimento agli Organismi centrali di Rappresentanza, nei casi in cui l’Amministrazione non sia in grado di assicurare ai delegati di tutte le sezioni la fruizione presso proprie strutture di livello equivalente, agli stessi dovrà essere garantito il medesimo regime di trattamento economico di missione. Con eccezione di quelle fattispecie in cui la natura della missione sia ex se incompatibile con il ricorso a strutture dell’Amministrazione (es: missioni di natura riservata).

 

Nella circolare sull’indennità di missione nazionale marina, lo Stato Maggiore richiama specialmente l’attenzione dei comandi che dispongono le missioni in quanto è la loro responsabilità fare rispettare i trattamenti per i marinai impiegati. Nel caso in cui, i comandi responsabili rilevino che i requisiti, sull’indennità di missione nazionale marina,  non sono stati rispettati dovranno agire o inviare il militare in missione secondo il normale sistema di rimborso delle spese e piè di lista, con i limiti di importo in vigore.

 

Inoltre, lo stato maggiore della difesa considera necessario porre particolare attenzione alle missioni di lunga durata e con finalità di formazione o addestramento in quanto possono risultare molto costose.

 

 

Indennità di Missione Nazionale Marina – Normativa Alloggi

 

Lo Stato Maggiore della Marina determina, nella circolare sull’ indennità di missioni militari marina, che gli alloggi per il personale devono rispettare questi requisiti:

-          Letto singolo e autonomo locale igienico

-          Armadio, comodino, scrivania, sedia, lampada da tavolo e da comodino, tv, condizionatore e mini frigo.

-          Servizi di cambio lenzuola almeno settimanale, servizio di pulizia settimanale, somministrazione di materiale di igiene personale, servizi di portierato

 

Indennità di Missione Nazionale Marina: Trattamento Economico

 

Agli appartenenti alla Marina Militare con vitto e alloggio a carino dell’Amministrazione

TIPO DI MISSIONE INDENNITA’ DI MISSIONE PER CORSI INDENNITA’ DI MISSIONE ORDINARIA
Missione con vitto e alloggio a totale carico dell’amministrazione Diaria al 60 %. Senza maggiorazione giornaliera di 17 euro Diaria al 60 %. Con maggiorazione giornaliera di 17 euro

 

Altrimenti, al personale che corrisponde alcun tipo di spesa:

 

TIPO DI MISSIONE INDENNITA’ DI MISSIONE PER CORSI

INDENNITA’ DI MISSIONE ORDINARIA

Missione tra 4 e 8 ore Diaria oraria nella misura intera Diaria oraria nella misura intera
Missione tra 8 a 12 ore, con titolo ad un solo pasto non a carico dall’Amministrazione Diaria al 40 % oltre al rimborso di un pasto Diaria al 40 % oltre al rimborso di un pasto
Missione superiore a 12 ore, con pernottamento in albergo e 1 o 2 pasti non a carico dell’Amministrazione Diaria al 40 % oltre al rimborso di albergo e pasto non a carico dell’Amministrazione Diaria al 40 % oltre al rimborso di albergo e pasto non a carico dell’Amministrazione
Missione con alloggio ed un solo pasto a carico dell’amministrazione, in caso di impossibilità di quest’ultima a somministrare un pasto (meridiano serale) Diario al 40 % senza maggiorazione giornaliera di 17 euro, oltre al rimborso di un pasto non a carico dell’amministrazione

Diario al 40 % senza maggiorazione giornaliera di 17 euro, oltre al rimborso di un pasto non a carico dell’amministrazione

Missione con solo vitto a carico dell’Amministrazione (anche a mezzo di buono pasto) Diaria al 60 % Diaria al 60 %

 

Fonte: forzearmate

 

Roberta Buscherini

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
gio, nov 29, 2012  Roberta Buscherini
Concorsi Corpo Forestale dello Stato
5 (100%) 1 Vota Questo Articolo

Concorsi Corpo Forestale dello Stato – Convocazione al 38 corso per 222 vice ispettori

 

concorsi corpo forestale dello stato

Foto: Corpoforestale.it

Il ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali ha pubblicato un decreto per convocare i 222 forestali, presenti nelle graduatorie approvate con Decreto 10 novembre 2009, del concorso per vice ispettori (20 dic. 2004) al 38 corso per la nomina al ruolo.
Il corso per vice ispettori, parte dei concorsi corpo forestale dello stato, inizierà il prossimo 17 dicembre presso la Scuola del CFS, a Rieti e Ceva (CN).
I dipendenti convocati, risultati idonei ai concorsi corpo forestale dello stato, devono presentarsi nelle sedi assegnate (segui link in fondo all’articolo) entro le 12.00 per iniziare il corso.

 

 

Concorsi Corpo Forestale dello Stato _ Dettaglio Corso

 

 

Il 38 corso di vice ispettori avrà una durata di 6 mesi e prevede vitto e alloggio, presso la scuola di formazione assegnata. Inoltre, avrà diritto ad un trattamento ridotto di missione in base alle normative vigenti.
Segue questo link per accedere all’elenco del personale presente nelle graduatorie dei concorsi corpo forestale dello stato e vedere le sedi di formazione attribuite.

 

Concorsi Corpo Forestale dello Stato e Formazione

 

 

Per i concorsi corpo forestale dello stato, la formazione e l’addestramento sono imprescindibili. In questo senso, esiste un’ampia e accurata pianificazione di tutte le attività formative annue che hanno l’obiettivo di garantire la sicurezza in montagna e il rispetto alla biodiversità.

La maggior parte dei corsi e concorsi corpo forestale dello stato hanno la missione di formare dipendenti specializzati nella “difesa del patrimonio agroforestale italiano e del controllo territoriale, con particolare riferimento proprio alle aree rurali e montane del Paese; nella tutela dell’ambiente, del paesaggio e dell’ecosistema; nella conservazione delle biodiversità e  monitoraggio ambientale”.

 

Fonti: Fns Cgil // CorpoForestale.it

 

Roberta Buscherini

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest