Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno marzo 7th, 2013

gio, mar 7, 2013  Roberta Buscherini
Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza a Scuola
Vota Questo Articolo

La Scuola di Polizia, in collaborazione con la Scuola Ufficiali dei Carabinieri e l’Accademia della Guardia di Finanza ha organizzato un corso di formazione per il miglioramento della coordinazione tra i diversi corpi del comparto sicurezza. Nello specifico, si tratta di tre giorni di lezione alla settimana per conferire ai futuri ufficiali strumenti necessari per combattere l’insicurezza.

 

Partecipanti ai Corsi

 

Un totale di 211 agenti, (Centouno commissari della Polizia di Stato , del 102° corso di formazione; 50 ufficiali dei Carabinieri, del 19° Corso di Perfezionamento e 60 della Guardia di Finanza, del 108° Corso ) parteciperanno a questo corso che consta di lezioni e conferenze sui principali argomenti di loro competenza come la pedopornografia on line, le tecniche psicologiche di “ascolto” del minore per la Polizia di Stato, Operazioni di peacekeeping per l’Arma dei carabinieri e Lotta al riciclaggio e forme di investigazione per la Guardia di finanza.

 

L’iniziativa, oltre ad aumentare la preparazione degli agenti, ha l’obiettivo di scambiare esperienze e conoscenze tra i diversi quadri direttivi delle forze dell’ordine.

 

Guardia di Finanza e Corte dei Conti: Accordo per la Lotta agli Sprechi

Foto: Italiaoggi

 

D’altra parte, la Guardia di Finanza ha firmato un nuovo accordo di cooperazione con la Corte dei Conti per aumentare le funzioni di controllo e migliorare l’interazione tra i due enti.

La Guardia di Finanza ha comunicato che questo protocollo ”rafforza e rende più efficaci le relazioni operative già instaurate, prevede procedure di raccordo tra le Sezioni regionali di controllo ed i locali Comandi Gdf, nonché, a livello nazionale, tra le Sezioni centrali ed il Comando Tutela finanza pubblica”.

 

 

Fonti: Grnet / Italiaoggi.it

 

Roberta Buscherini

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
gio, mar 7, 2013  Ranalli
ATA Graduatorie d’Istituto ed ad Esaurimento: Tutto Quello che c’è da Sapere
2.8 (56%) 5 Vota Questo Articolo

Le Ata graduatorie d’istituto ovvero ad esaurimento ripercorrono lo stesso iter  o quasi per la relativa formulazione di quelle del personale docente ovviamente con delle specificità e particolarità proprie e di ciascun profilo professionale.

 

Ata Graduatorie d’Istituto: Chi può iscriversi?

 

Chi può iscriversi nelle ATA graduatorie d’istituto o graduatorie ad esaurimento del personale A.T.A.? E quali sono i relativi profili?

 

Partiamo dai profili per graduatorie ATA:

 

Foto: Itimajorana.it

 

Nell’area A ci sono i collaboratori scolastici ( ex bidelli ) in tutte le scuole e i collaboratori scolastici addetti all’azienda agraria solo per gli istituti agrari ovviamente.

Nell’area B ci sono gli assistenti amministrativi ( in tutte le scuole ), gli assistenti tecnici ( solo nelle scuole secondarie di secondo grado) , i cuochi , gli infermieri e i guardarobieri ( nei convitti).

Nell’area D ci sono i direttori dei servizi generali ed amministrativi ( in tutte le scuole).

 

 

Titoli per accedere alle graduatorie ATA

 

I titoli per poter accedere alle graduatorie ( d’istituto o esaurimento):

- dal diploma triennale fino alla laurea.

Questi titoli valgono per tutti i tipi di profili sopra descritti ad eccezione del profilo di Direttore Generale dei Servizi Amministrativi per accedere al quale è prevista la laurea vecchio ordinamento ovvero la laurea specialistica / magistrale in scienze politiche, in economia e commercio , in giurisprudenza.

L’accesso nella scuola statale è possibile già con il possesso del titolo di studio.

Questo titolo consente l’inserimento nelle graduatorie d’istituto di III fascia e quindi la possibilità di essere assunti in qualità di supplenti in sostituzione di quei colleghi a tempo indeterminato o incaricati annuali assenti per varie cause.

Con detto titolo ed anche in assenza del servizio si può chiedere l’inserimento nelle ATA  graduatorie ad esaurimento  il cui rinnovo è previsto per il 2014.

Questo inserimento così come avviene per i docenti consente di essere inseriti nella prima fascia delle graduatorie  d’istituto o di circolo.

L’inserimento nelle graduatorie ad esaurimento è propedeutico per l’eventuale assunzione a tempo indeterminato.

 

Personale ATA a tempo indeterminato

 

Per accedere al ruolo a tempo indeterminato il personale A.T.A. deve aver maturato comunque ventiquattro mesi di servizo ragion per cui è necessario volta per volta anno per anno aggiornare ed integrare le medesime graduatorie.

Per i DSGA le assunzioni a tempo indeterminato avvengono direttamente dai concorsi ordinari per il quale si è in attesa dell’emanazione del relativo bando mentre per la sostituzione di quelli a tempo indeterminato assenti per malattia o altre cause si procede attingendo direttamente affidando l’incarico ad un assistente amministrativo in servizio.

Quindi in conclusione si ribadisce che per accedere ai profili professionali del persona A.T.A. è necessario in primis essere in possesso di un titolo di studio. Il titolo di studio consente l’inserimento nelle ATA graduatorie di circolo o d’istituto direttamente in terza fascia. Per poter poi invece chiedere l’inserimento nelle ATA graduatorie ad esaurimento è necessario che al titolo di studio si affianchi anche il servizio che al completamento dei ventiquattro mesi consente e da diritto all’assunzione a tempo indeterminato.

 

Giancarlo Ranalli

 

Vuoi scaricare online la tua busta paga o il tuo CUD? ecco cosa devi fare: Stipendio Pubblica Amministrazione

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest