Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno giugno 3rd, 2013

lun, giu 3, 2013  Roberta Buscherini
Vigili Urbani: Come diventare un vigile urbano?
4 (79.41%) 34 Vota Questo Articolo

 

Vigili urbani sono dipendenti pubblici che svolgono diverse funzioni nella propria città. Una delle più importanti è il controllo delle strade e far rispettare le norme del codice della strada. Inoltre, i poliziotti municipali sono responsabili dell’organizzazione del traffico urbano e hanno la facoltà di multare qualsiasi infrazione.

 

 

Altre competenze dei vigili urbani sono ad esempio il controllo delle corrispondenti licenze dei negozio o locali pubblici o la collaborazione, con le forze dell’ordine, in caso di furto, rapina o incidente in citta. D’altra parte, i vigili municipali possono realizzare altri mansioni più sociali come aiutare l’anziano signore con le buste della spesa ad attraversare la strada, oppure fornire indicazioni ed informazioni riguardo la viabilità delle strade.

 

 

Requisiti per diventare vigili urbani

 

Fonte: Comune di Ischia

Per far parte della Polizia Municipale è necessario superare un concorso pubblico. I requisiti per accedere al concorso per vigili urbani sono:

-          Avere tra 18 e 40 anni

-          Godere di diritti civili e politici

-          Cittadinanza italiana

-          Diploma di maturità

-          Buone doti relazionali e comunicazionali

-          Capacità fisico psicologiche

-          Patente di guida B. Nelle grandi città è necessario possedere anche la patente di guida categoria A.

-          Conoscenza di una lingua straniera (nelle città con una grande attività turistica)

Per accedere al concorso di vigili urbani Comandante, è necessario essere  laureati in Giurisprudenza, in Economia e Commercio o in Scienze Politiche.

 

 

 

Concorsi Vigili Urbani: Prove e Graduatorie

 

 

Il concorso per vigili urbani consta di due prove teoriche-pratiche ed una prova orale. Per superare gli esami è necessario ottenere un punteggio di almeno 21 / 30.

Esiste, però, una graduatoria dei meriti che dipende dal punteggio del concorso e dai titoli presentati e che va in ordine di punteggio. Infatti, i candidati, oltre i requisiti prima elencati possono presentare altri titoli che potrebbero incrementare il punteggio.

 

 

Inoltre, come negli altri concorsi per le forze dell’ordine, i candidati dovranno sottoporsi a visite psico-fisiche per dimostrare la propria idoneità allo svolgere le funzioni dei vigili urbani.

Il concorso per vigili urbani normalmente è a numero chiuso, ovvero, per un numero di posti limitato. La graduatoria degli idonei diventa fondamentale qualora fosse possibile fare alcune assunzioni per un breve periodo. E’, infatti, possibile che vengano assunti dei vigili urbani a tempo determinato (con l’avvento dell’estate).

 

 

Come informazione aggiuntiva, è importante sottolineare che lo stipendio dei vigili urbani varia da città a città e, di solito, è riportato su ogni singolo bando di concorso. In termini generali, è possibile affermare che oscilla tra 18.000 e 19.000 euro all’anno lordi.

 

 

 

Fonti: Vigileurbano.it / GazzettadelLavoro.com / Lavoro e finanza

 

Roberta Buscherini

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest