Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno giugno 13th, 2013

gio, giu 13, 2013  Ranalli
Domanda di Assegno Per Nucleo Familiare Dipendenti Pubblici: Informazioni Utili
3.3 (66.67%) 6 Vota Questo Articolo

Assegno per nucleo familiare rientra ormai da anni in quella politica dei governi di sostenere i reddito da lavoro dipendente e privato attraverso una somma in aggiunta alla retribuzione base e agli emolumenti continuativi che varia a seconda dell’imponibile della composizione del nucleo familiare e del possesso o meno di immobili.

 

Così come per le detrazioni familiari , la misura dell’assegno per nucleo familiare viene corrisposto tenendo conto del reddito imponibile, dei figli , della presenza o meno di soggetti disabili nell’ambito familiare, della presenza o meno di entrambi i coniugi. A seconda della situazione si applica una delle dodici tabelle che l’Inps ogni anno aggiorna in base all’inflazione programmata prevista.

 

La richiesta di assegno per nucleo familiare va riformulata ogni anno e precisamente dal 01/07 ed è valida fino al 30/06 dell’anno successivo. Ove mai non si riformulasse la domanda , l’erogazione dello stesso potrebbe essere sospesa dal datore di lavoro.

 

assegno per nucleo familiare Assegno per Nucleo Familiare: Informazioni Utili

 

Anche se ciò dovesse avvenire, non bisogna lasciarsi prendere dal timore di aver perso un diritto. Infatti si hanno cinque anni di tempo per recuperare eventuali arretrati. A differenza delle detrazioni familiari che possono essere recuperati o a conguaglio oppure in sede di 730 e solo per un anno, l’assegno per nucleo familiare viene elargito sotto forma di arretrati e non va ad intaccare minimamente l’imponibile fiscale.

C’è tuttavia un distinguo importante da fare e che determina o meno l’erogazione di tale aggiunta.

Infatti se un lavoratore dipendente ha un ulteriore reddito familiare derivante da lavoro autonomo superiore del 70% del reddito complessivo , l’erogazione dell’assegno per nucleo familiare non può avere luogo.

 

 

Domanda di assegno per nucleo familiare: come fare

 

La domanda va presentata al proprio datore di lavoro utilizzando il relativo modello oppure all’Inps nel caso si tratti di addetto ai servizi domestici,  operaio agricolo, dipendente a tempo determinato, lavoratore iscritto alla gestione separata in quest’ultimo caso attraverso il web munendosi del relativo codice pin dispositivo oppure recando ad uno dei patronati o caf.

Il diritto all’assegno decorre dal primo giorno di paga, qualora spettino assegni giornalieri il diritto decorre ed ha termine dal giorno in cui si verificano o vengono a mancare le condizioni prescritte.

Il pagamento viene effettuato dal datore di lavoro per conto dell’INPS o direttamente dall’Inps medesimo.

 

Qualora il pagamento sia effettuato direttamente dall’INPS è disposto tramite bonifico presso ufficio postale o a richiesta mediante accredito su conto corrente bancario o ostale indicando nella domanda il codice IBAN.

 

A decorrere dell’1/1/05 il coniuge avente diritto alla corresponsione dell’assegno per nucleo familiare può chiedere l’erogazione della predetta prestazione utilizzando apposita modulistica.

 

Qui puoi scaricare direttamente la modulistica necessaria: assegno per nucleo familiare dipendenti pubblici.

 

 

Giancarlo Ranalli

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest