Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno ottobre 17th, 2013

gio, ott 17, 2013  Valentina
Esercito e Istituzioni. Un Matrimonio Che Non S’ha Da Fare
3 (60%) 4 Vota Questo Articolo

 

Questo è un periodo di vero lutto per i nostri militari. Solo ieri a Pristina è stato rinvenuto privo di vita un Sottufficiale dell’ Esercito italiano in missione all’interno della base che ospita il Quartier Generale della Kosovo Force – KFOR in. Non è ancora chiara la causa del decesso, ma le autorità stanno indagando.

 

A questo si aggiunge il pauroso incidente stradale avvenuto sull’Aurelia tra Pisa e Livorno, all’altezza della base americana di Camp Darby nel quale hanno perso la vita due paracadutisti della Brigata Folgore.

 

esercito e istituzioniE ancora è di pochi giorni fa la notizia dell’ordigno esploso in Afghanistan a nove chilometri a sud-ovest di Shindand durante un’operazione di “route clearance” per il controllo e la messa in sicurezza dei percorsi battuti quotidianamente dai militari della coalizione multinazionale.  In questo caso per fortuna non sono stati registrati feriti né vittime.

 

Insomma un momento davvero impegnativo sul piano internazionale per i nostri soldati. E all’interno delle mura di casa non pare andare meglio. È ancora una volta il Cocer a lamentare l’assoluta mancanza di interesse delle istituzioni per il comparto sicurezza per  le sue specificità, in particolare ha espresso “rammarico per la mancata convocazione delle Rappresentanze Militari e Sindacali del Comparto Difesa e Sicurezza a Palazzo Chigi per l’illustrazione dei contenuti del patto di stabilità, approvato dal Consiglio dei Ministri”.

 

Quella del Cocer non è solo una lamentela, si tratta piuttosto di una vera e propria denuncia di mancato rispetto del Decreto Legislativo n.195/1995 che vincola il Governo alla convocazione del le parti sociali prima della presentazione del documento contenente il patto di stabilità. Circostanza che nel caso dell’esercito non si è verificata, delineando un chiaro e inequivocabile atteggiamento di grave disattenzione nei confronti del mondo militare.

 

Ma nonostante tutto, il mondo va avanti. E allora domani si svolge a Verona per la prima volta nella storia del magnifico anfiteatro romano dell’Arena il giuramento dei 500 volontari in Ferma Prefissata di un anno  – VFP1 -  del terzo blocco 2013appartenento all’85 reggimento addestramento volontari di Verona al cospetto del colonnello Gianfranco Giuseppe Francescon, comandante del reggimento. Nonostante tutto, i nostri ragazzi giureranno fedeltà sulle note dell’inno di Mameli a uno stato che non li rispetta.

 

 

Fonte: grnet / ilgiornaledeimilitari / youreporternews / esercitoitalianoblog

 

 

Valentina Stipa

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest