Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno ottobre 22nd, 2013

mar, ott 22, 2013  admin
Legge di Stabilità 2014 – Per tutti lavoratori del pubblico impiego… in regalo una pizza margherita al mese.
4.9 (97.78%) 9 Vota Questo Articolo

 

Potrebbe sembrare una frase buttata lì per riderci su. Ma invece è la cruda amara realtà. La legge di stabilità 2014 ( per intenderci la ex legge finanziaria ) porterà in dote ai lavoratori del pubblico impiego otto euro di aumento mensile per effetto della riduzione del cuneo fiscale ( vale a dire l’aumento delle detrazioni che ciascun lavoratore percepisce sono forma detrazione da lavoro dipendente che va ad abbattere l’irpef che ciascuno paga sulle proprie competenze mensili ) che passerò da 1338 euro a 1450 circa annue.

 

legge di stabilità 2014Legge di stabilità 2014 e le voci che circolano

Le voci che circolano in maniera insistente in queste ore vorrebbero la liquidazione una tantum in busta paga nella prossima primavera ovvero l’intero beneficio del 2014 si percepirà ad aprire o maggio del prossimo anno … circa 100 euro pro-capite. Nella medesima legge è stabilito altresì un ulteriore riduzione del cuneo fiscale negli anni 2015 e 2016 ma credo che effettivamente i benefici a livello di retribuzione saranno davvero minimi se non addirittura nulli in previsione degli aumenti delle addizioni comunali provinciali e regionali ormai divenuta prassi.

 

La stessa legge di stabilità 2014 porta in dote insieme a questa ridicola novità diciamo positiva ( facendo un grosso sforzo a giudicarla tale ) anche una serie di notizie negativissime. Infatti dovrebbe esserci il blocco per un ulteriore anno fino al 31/12/2014 del rinnovo dei contratti di lavoro, ulteriore blocco del turn over fino al 2018, taglio del 10% sugli straordinari ( per quelli che lo fanno ) . Ovviamente non ci sono parole per giudicare tale simile operazione fatta dal governo delle larghe intese. Parlare di vergogna ormai non ha più senso. I lavoratori pubblici, ad eccezione di pochi eletti, sono davvero con le spalle al muro. Il futuro per costoro è davvero buio .

 

La stessa CGIA di Mestre ha definitivamente acclarato che i dipendenti pubblici sono ufficialmente da considerarsi tra i nuovi poveri italiani che seguono nell’immediatezza gli incapienti. Davvero triste ma i fatti sono incontrovertibili. Non ci sono più soldi per nessuno non ci sono più soldi per il sociale, non ci sono più soldi per i rinnovi contrattuali, non i sono più soldi per far ripartire l’economia ed i consumi. Il governo dimentica che l’economia parte solo se aumenta la disponibilità nelle buste paga dei lavoratori. Ma ormai dovremmo dimenticarlo. E’ un evenienza ormai remota. Il pensiero è rivolto essenzialmente alle generazioni future ai nostri figli. Loro ci credono, cercano di costruirsi un futuro .

 Legge di stabilità 2014 ultime considerazioni

Fino ad oggi avevano al loro fianco i genitori che comunque potevano contribuire alla ricerca della definizione del loro futuro. Domani non si sa se potrà continuare ad essere così, forse questo domani non è proprio così lontano ma terribilmente così vicino.

E’ vero che questo provvedimento fatto dal governo sarà ovviamente oggetto di richieste di modifiche, quindi sicuramente potrebbe cambiare sostanzialmente. Ma credo che non cambierà nei suoi cardini essenziali , credo che il blocco degli stipendi, la miseria di quanto previsto dalla riduzione del cuneo fiscale e qualcos’altro ancora resteranno e resteranno per molto tempo impresse nella memoria di ciascuno di noi.

 

GIANCARLO RANALLI

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest