Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno marzo 11th, 2014

mar, mar 11, 2014  Roberta Buscherini
Scatti Anzianità PA: Focus sulla travagliata questione scuola
5 (100%) 4 Vota Questo Articolo

Proprio questi sono i giorni decisivi per lo sblocco degli scatti anzianità PA, in particolare quelli relativi al personale della scuola: alla Camera verrà infatti discusso il Decreto inerente al suddetto sblocco, all’interno del quale è prevista una sessione negoziale volta al recupero dell’anzianità del 2012.

;

Fonte: www.formiche.net

Fonte: www.formiche.net

Scatti anzianità PA: M5S chiede chiarezza

;

In questa direzione si innestano le dure parole di alcuni rappresentati del Movimento 5 Stelle, i quali hanno denunciato un fatto che per molti aspetti viene sottaciuto dalle principali fonti di informazione: sembrerebbe infatti che la Legge Finanziaria del 2008 (Governo Berlusconi, con a capo del dicastero dell’Economia Giulio Tremonti) prevedesse espressamente che il 30% degli oltre 8 miliardi di euro tagliati alla scuola pubblica dovesse essere utilizzato per  pagare gli scatti del personale scolastico. Cosa che, con tutta evidenza, non parrebbe essere stata portata avanti.

;
I rappresentanti del M5S hanno presentato una interrogazione parlamentare al fine di comprendere dove possano essere andati a finire quei preziosi fondi: il deputato M5S Sara Chimienti afferma: “Si tratterebbe di 2 miliardi di euro.  Dove sono finiti questi soldi? Per quale motivo il Governo vuole attingere al MOF, fondo per il miglioramento dell’offerta formativa, dal momento che ha a disposizione per legge ben 2 miliardi?” Domanda legittima che attende risposta.

;

Questioni di cifre (e intanto Saccomanni traballa)

;

Risposta che aleggia incerta nell’aria infuocata dalle polemiche di questi giorni proprio a proposito degli scatti anzianità PA: le sigle sindacali più importanti non hanno lesinato feroci critiche nei confronti del (criticatissimo da molteplici direzioni, ed a rischio poltrona con il trapasso del Governo Letta) Ministro Fabrizio Saccomanni, il quale si sta occupando della questione.

;
Il nodo della vicenda ruota attorno ad un altro ammontare di risorse rientrato dalle scuole (a scapito dei corsi di recupero) nelle casse del dicastero economico: su questa consistente cifra – che pare assestarsi sulla quota di 200 milioni di euro – converge certamente ingente parte delle speranze delle centinaia di migliaia di lavoratori che aspettano il pagamento degli scatti di stipendio relativi al 2012 e 2013. Nel fuoco incrociato delle opinioni spiccano le dure reazioni di alcuni sindacati: Marcello Pacifico dell’Anief si scaglia contro le sigle sindacali rappresentative che non sembrano battersi con vigore sufficiente affinché gli scatti anzianità PA tornino a dipendere dal rinnovo contrattuale e non vengano invece posti alla mercé di risorse destinate a scopi diversi.

;

Scatti anzianità PA: una questione inestricabile?

;

Sulla medesima linea si situa anche la sigla Flc Cgil: il rappresentante sindacale Mimmo Pantaleo afferma infatti che “per il pagamento degli scatti 2012-13 bisogna che il Governo stanzi risorse aggiuntive. Non siamo disponibili a un accordo che intacchi ancora una volta i soldi destinati alle scuole per corsi di recupero o innovazione didattica: questo peggiorerebbe in modo drammatico l’offerta formativa dei nostri istituti e costringerebbe tantissimi lavoratori a lavorare gratis”. Insomma il proposito anelato da Cgil è quello di chiedere al Governo un atto di indirizzo attraverso cui reperire risorse aggiuntive. Insomma la vicenda inerente agli scatti anzianità PA, nella sua declinazione scolastica, pare essere lungi dall’essere risolta: a questo riguardo è intervenuto qualche settimana fa un decreto governativo che conferma lo stop alla restituzione degli scatti stipendiali del personale della scuola (che grande confusione ha generato al rientro dalle vacanze di Natale) già percepiti nel 2013 con una trattenuta di 150 euro mensili, Stabilendo inoltre che non ci sarà retrocessione a una classe stipendiale inferiore per il personale della scuola che ne abbia acquisita una superiore nel 2013 in virtù dell’anzianità economica attribuita nello stesso anno.

;

Fonti: orizzontescuola.it, corriere.it

;

Roberta Buscherini

;

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest