Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno marzo 14th, 2014

ven, mar 14, 2014  Ranalli
Il Governo Renzi Al Primo Bivio!!!
4.3 (86.67%) 6 Vota Questo Articolo

Abbasare  l’IRAP Pagato Dalle Imprese O Ridurre Il Cuneo Fiscale A Favore Dei Lavoratori?

,

imagesCAATZVQFNel suo intervento alle camere il Presidente del Consiglio dei Ministri dott. Matteo Renzi, accennava ad una consistente cifra espressa in miliardi tesa ad alleggerire la pressione fiscale alle imprese ed ai lavoratori. E’ certamente un buon inizio, il primo passo verso quella ripresa dei consumi tanto attesa ma che potrà essere possibile solo attraverso un’azione incisiva e reboante che liberi in maniera consistente le retribuzioni dalla forca delle tasse. Sul principio dell’intervento c’è un accordo totale da parte di tutte le componenti del mondo del lavoro, dagli industriali, dalle aziende per finire ai lavoratori.

;

Il problema nasce, per questo parliamo di bivio, nel momento in cui pensa a chi destinare nei fatti questa consistente cifra.  C’è chi spinge per veicolare questi soldi per l’abbattimento di almeno il 30% dell’IRAP che pagano le aziende. Questa componente del settore produttivo ovviamente è talmente forte che sembrerebbe una partita già chiusa a priori. Tuttavia il presidente degli industriali Dott. Squinzi si sarebbe espresso positivamente per la destinazione di questa cifra per la riduzione del cosiddetto cuneo fiscale. Il senso di questa posizione sembrerebbe abbastanza logica…non avrebbe senso destinare un po’ di qua e un po’ di là senza far avvertire a nessuno i vantaggi di quest’operazione . Quindi destinare questa fetta di miliardi alla riduzione del cuneo fiscale potrebbe significare finalmente e dopo ben sei anni di blocco dei contratti nazionali di lavoro, di una spinta in avanti delle retribuzioni…si parla di un aumento minimo di cinquanta euro mensili derivanti appunto da questa riduzione del cuneo fiscale. In pratica significa pagare meno tasse quindi un imponibile Irpef assai più basso su cui pagare poi le tasse. Certamente un ottima notizia in un periodo di vacche magre.

:

Altri importanti benefici economici potrebbero venire dalla rimodulazione delle aliquote Irpef. Sembra infatti che si voglia aumentare o allargare la fascia di esenzione ovvero alleggerire la tassazione sulle aliquote Irpef più basse. Se così fosse e abbiamo il dovere di credere nella buona volontà di questo governo, pagare meno Irpef significherebbe un aumento importante del reddito netto disponibile.

;

Quest’operazione mi sembra oggi l’unica via che consente all’economia di poter ripartire secondo la classica e mai smentita equazione: più reddito disponibile uguale più consumi. Quindi la cura per far ripartire l’economia ed i consumi è proprio questa. Non ci resta che attendere qualche settimana perché sembra nelle intenzioni dell’esecutivo partire immediatamente con queste operazioni . Ovviamente tutti i lavoratori si augurano di avere subito maggior reddito disponibile a disposizione in attesa che anche lo sblocco dei contratti possa prima o poi intervenire per dare respiro ulteriormente ai salari il cui potere d’acquisto è tale da determinare un allarme sociale senza precedenti.

;

Non ci resta altro che augurare buon lavoro all’esecutivo guidato da Renzi e non ci resta altro che aspettare qualche giorno per vedere concretizzate tutte le promesse di questi giorni.

;

Giancarlo Ranalli

;

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest