Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno aprile 8th, 2014

mar, apr 8, 2014  Marco Brezza
Docenti Precari E ITP: Viaggio nella scuola pubblica
5 (100%) 1 Vota Questo Articolo

insegnantitecnicopratici.wordpress.com

insegnantitecnicopratici.wordpress.com

La tempesta della richiesta di restituzione degli scatti di anzianità, l’universo degli insegnanti tecnico pratici e gli angoli più interessanti dell’insegnamento di sostegno: sono alcuni dei temi di rilievo trattati nell’ultimo numero (quello del mese di febbraio) del mensile Professione Docente.;;

;
Il numero di febbraio del mensile apre ovviamente con un interessante articolo ed una eloquente immagine dedicata al “fattaccio” dello scorso gennaio inerente ai famigerati tagli agli stipendi dei docenti: non si sono infatti ancora acquietate le polemiche attorno al tentativo di richiesta, da parte del Ministero dell’Economia, di restituzione degli scatti di anzianità 2012. Nel suddetto articolo sono riportate le reazioni della Gilda della Scuola, il sindacato italiano nato nel 1988 come prima associazione sindacale composta da soli docenti.;;

;

Docenti precari: la questione stipendi

;

La scansione del mensile poi si delinea attraverso un’ulteriore articolo riguardante la denuncia dei docenti precari che nel mese di gennaio non avevano ancora ricevuto gli stipendi di novembre e dicembre. Non mancano poi i cenni alla richiesta di  ripristino delle ore di insegnamento degli insegnanti tecnico pratici (ore tagliate dal Ministro dell’Istruzione dell’ultimo governo Berlusconi, Maria Stella Gelmini): in questa direzione la Gilda ha chiesto appunto il ripristino delle ore per queste importanti materie pratico-tecniche, necessarie e imprescindibili per la formazione degli studenti negli istituti professionali.

;
Professione Docente poi si focalizza su una interessante inchiesta effettuata dall’OCSE PISA a proposito del divario di competenze tra studenti del nord e del sud, causato secondo Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda, dai feroci tagli fatti all’istruzione nel corso degli ultimi anni. Dopo un breve articolo sulla sensatezza dei questionari sulla scuola, Professione Docente effettua un focus sugli insegnanti di sostegno: la legge 128/2013 ha infatti unificato le aree di insegnamento del sostegno anche alle superiori. Ma è corretto effettuare questo tipo di unificazione?

;

Insegnanti tecnico pratici: figli di un dio minore?

;

ITP, figli di un dio minore? È l’azzeccato nome di un convegno organizzato dalla Gilda Scuola che riguarda proprio i già citati insegnanti tecnico pratici: l’importanza di questi docenti viene analizzata all’interno di un articolo del mensile. Dopo una feconda polemica sul senso dell’edificazione del concetto sperimentale di liceo europeo, Professione Docente affronta una tematica spesso sottovalutata: quella dello stress lavoro-correlato che molto spesso affligge gli insegnanti. Un medico del lavoro (il dottor Doria) spiega le cause e le conseguenze di questa insidiosa forma di stress, mentre la Gilda organizza un convegno e prepara un progetto contro il burn-out dei docenti con l’aiuto di una psicologa e di uno sportello a servizio degli insegnanti in difficoltà.

;

La vocazione dell’insegnamento

;

L’interessante numero di febbraio del mensile diretto da Renza Bertuzzi si conclude con il solito excursus storico nei meandri delle vicende che hanno fondato la scuola pubblica che conosciamo oggi (questa volta si ripercorre la vicenda dell’estensione della istruzione pubblica a tutti i cittadini nel secolo scorso grazie alla lungimiranza di intellettuali e amministratori). E dopo la citazione dei successi giudiziari riportati dalla Gilda a L’Aquila, Latina e Lucca, e la presentazione della nuova sede Gilda a Ferrara nelle splendida cornice di Palazzo Roverella, si conclude con la recensione di un libro: si tratta di “Moneta Unica: l’insegnamento come dono e passione” di Paolo Petroncelli: il libro cerca di raccontare e porre luce sulla passione che muove la vocazione di insegnare: la maggior parte dei docenti ama il proprio lavoro e vorrebbe trovare nella scuola una realizzazione personale in connessione con la vocazione verso un’attività che si configura anche come socialmente utile. Un suggestivo ed interessante ritratto di una professione troppo spesso sottovalutata.

;

Marco Brezza

;

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest