Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno aprile 29th, 2014

mar, apr 29, 2014  Roberta Buscherini
Carenza infermieri: l’assurdo caso avvenuto ad Ascoli
Vota Questo Articolo

Si è palesata al centro dell’attenzione negli scorsi giorni una curiosa (assolutamente non in senso positivo) vicenda avvenuta nella Marche: ovvero l’impossibilità di compilare i turni nel reparto di Chirurgia dell’ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno per mancanza di infermieri. Una situazione al limite del “kafkiano” che inserisce le sue fondamenta concettuali nell’emergenza che sta colpendo in parte la Sanità italiana ed in parte le amministrazioni che sovrintendono la gestione degli ospedali.

 

Fonte: lavoratorio.it

Fonte: lavoratorio.it

Carenza infermieri: l’allarme lanciato dalla Cisl

 

La notizia è stata diffusa da Giorgio Cipollini, rappresentante della Cisl, il quale ha segnalato anche la concretizzazione di ulteriori tagli al personale nelle residenze sanitarie assistenziali (ovvero strutture non ospedaliere, ma comunque ad impronta sanitaria, che ospitano per un periodo variabile  persone non autosufficienti): “Dopo i disagi alla residenza Luciani di Ascoli a causa della gravissima e cronica carenza di personale alla residenza sanitaria di Acquasanta – ha spiegato Cipollini – un turno verrà coperto da una sola unità infermieristica inviata da una cooperativa. In queste condizioni non si può proseguire innanzi”.

 

Intanto il Governo decide di non tagliare

 

Nel frattempo la situazione generale della sanità nel paese fa i conti con le misure emanate dal Governo Renzi: la razionalizzazione della spesa nel settore sarà meno sanguinosa di quello che si presagiva negli scorsi mesi, anche se non sono ancora perfettamente chiare le modalità: zero i tagli alla sanità previsti dal “fresco” Decreto Irpef, con la compagine governativa che per ora non va a toccare con le appuntite cesoie della spending review il comparto sanitario, effettuando un rinvio dal sapore attendista ad un futuro Patto per la Salute. Alcuni tagli dovrebbero caratterizzare i beni ed i servizi non sanitari relativi ai bilanci delle Regioni, ma per ciò che riguarda il “core” del settore non dovrebbero esserci modifiche “in pejus” della situazione.

 

Carenza di personale infermieristico: una vera piaga

 

Tornando in maniera più puntuale sul tema degli infermieri e alla incredibile vicenda di Ascoli, non si può non fare riferimento alla piaga della attuale situazione di carenza di personale: in fondo il problema non è circoscritto solo alla situazione marchigiana, la necessità di infermieri è ormai un’emergenza in quasi tutte le strutture sanitarie, nelle quali  si continua a non assumere causa blocco del turn-over.
A questo riguardo assume importanza un altro curioso fenomeno legato alla questione infermieri: infatti nella confinante Svizzera (in particolare nei cantoni tedeschi) accade che gli infermieri formati dall’istruzione universitaria siano pochissimi, a fronte delle notevoli necessità di personale che il sistema sanitario svizzero reclama: pertanto in quel paese si preferisce andare a prendere il personale infermieristico all’estero, invece che cercare di aumentare il numero di neolaureati ampliando il diametro dei posti universitari. E qui entra in gioco l’Italia: si viene a creare una diaspora di infermieri italiani che, formati a spese del sistema universitario italiano, vanno a prestare il loro prezioso lavoro oltreconfine. Nel frattempo dentro i nostri confini la situazione permane nella endemica emergenza prima descritta. Non sarebbe forse necessario fornire ai nostrineolaureati una possibilità in più dentro i confini italici? E trovare le modalità attraverso cui far avvenire ciò?
Fonti: corriereadriatico.it, infermieri20.it

 

Roberta Buscherini

 

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest