Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno settembre 29th, 2014

lun, set 29, 2014  Valentina
Pubblica Amministrazione. Ora Esiste Il Listino Delle Spese
5 (100%) 1 Vota Questo Articolo

 

All’interno del programma di razionalizzazione degli acquisti della pubblica amministrazione questo annuncio era atteso da giugno e il commissario per la Spending Review Carlo Cottarelli, lo ha reso noto in questi giorni.

 

p.a.Si tratta di una vera e propria lista che obbligherà senza eccezioni le singole amministrazione ad acquistare a prezzi non superiori alle convenzioni Consip, la centrale di acquisto nazionale.

In questo elenco vengono infatti indicate le caratteristiche essenziali dei beni che servono alla pubblica amministrazione, in modo che solo eccezioni indispensabili da queste caratteristiche potranno essere considerate rilevanti per giustificare acquisti a prezzi più alti.

 

Lo scopo di questo elenco è  quello di favorire i controlli sugli acquisti da parte dell’autorità anticorruzione, guidata da Raffaele Cantone, con l’obiettivo finale di ottimizzare quanto più possibile le risorse pubbliche.

 

 

Pubblica Amministrazione. Serve Maggiore Efficienza.

 

 

 

Il buon funzionamento della pubblica amministrazione migliora l’operatività dei mercati e la concorrenza, riduce i costi per le imprese a si riflette sulla qualità e sui costi dei servizi pubblici e quindi sul carico fiscale. L’efficacia delle riforme dipende da essa“. A dirlo è il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco.

 

Tutto questo è vero. Ed è innegabile anche che negli ultimi anni ci siano stati degli sprechi inimmaginabili  a cui è necessario porre fine. Ma in questo contesto non si possono ignorare i dipendenti pubblici né considerarli tutti alla stessa stregua.

 

Per questo Massimo Battaglia, segretario generale Federazione CONF.Sal-Unsa, che rappresenta il 13 % dei dipendenti pubblici italiani, ha voluto riportare l’attenzione sul blocco degli stipendi e sui tagli indiscriminati che la riforma Renzi – Madia sta portando avanti.

 

Questa riforma sta attuando dei tagli lineari alla pubblica amministrazione che non tengono conto del merito e della produttività di singoli settori od operatori. (…)Se si fosse voluto incidere con un provvedimento efficace sulla spesa delle P.A. si sarebbero dovute vietare o limitare al minimo le consulenze che rappresentano una spesa di oltre 3 miliardi l’anno”.

 

E puntando sul mancato rinnovo dei contratti l’11 ottobre è stata annunciata una grande manifestazione di piazza a Roma, in piazza SS Apostoli, per spingere l’esecutivo ad ascoltare le richieste del sindacato e farlo sedere al tavolo delle trattative.

 

 

 

 

Fonte: lettera43 / formiche / ilsole24ore / ilfattoquotidiano

 

 

 

Valentina Stipa

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest