Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno novembre 21st, 2014

ven, nov 21, 2014  Valentina
Polizia Penitenziaria. Condizioni Di Lavoro Sempre Peggiori
5 (100%) 2 Vota Questo Articolo

 

Il caso cucchi, tra le altre cose, ha riaperto la questione sulle condizioni delle carceri in Italia. Una questione spinosa e scomoda, approdata perfino in Europa, ma che ancora non ha trovato soluzioni soddisfacenti né per i detenuti né per gli agenti della polizia penitenziaria.

 

emergenza carceriSe si pensa che in carcere ci sono circa 17 mila detenuti in più rispetto alla capienza prevista, è facile intuire che anche le condizioni dei 45mila agenti non sono certo idilliache ed è anche comprensibile che si sentano poliziotti di serie B.

A riprova di questo c’è il numero dei suicidi tra le guardie, in crescita costante al punto che, fa amaramente sapere Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo di Polizia Penitenziaria “abbiamo invitato il Dap ad attivare un punto di ascolto per gli agenti in difficoltà ma la risposta dei vertici è stata rimandare a un numero verde presso l’Asl esterna. Se questo è il loro impegno…”

 

 

 

Polizia Penitenziaria. Una Carenza Di Personale Costante

 

 

 

I numeri sulla carenza del personale all’interno delle carceri, conseguenza dei tagli di questo e dei precedenti esecutivi, spiegano da soli le pessime condizioni di lavoro dei nostri baschi blu: l’ultimo studio condotto in questa direzione fissava un 8,9%, di carenza, ovvero circa 3.700 agenti in meno rispetto alla dotazione prevista.

A questo si aggiunge anche la denuncia della corte dei conti che spiega come il personale effettivamente in servizio, amministrato, è di 38.543 unità, inferiore di 6.578, poiché molti agenti non vengono utilizzati all’interno degli istituti penitenziari.

Per spiegare meglio il concetto, lo riassumiamo con questa tabella:

 

tabella personale carceri

 

 

 

Tutto Sommato Ecco Perché I Casi Cucchi Fanno Tanto Male

 

 

Alla luce di questi dati, è facile intuire come il nervo scoperto dei baschi blu si infiammi di fronte ai casi di accuse gratuite e non provate.

Specifichiamo subito che non è c’è alcuna intenzione di giustificare nessun, qualora ci fosse un colpevole. Ma ad oggi, due gradi di giudizio, nel caso Cucchi, hanno assolto gli agenti di polizia penitenziaria coinvolti nella vicenda. E allora perché accanirsi ancora?

 

Non riusciamo a capire come sia possibile che lavoratori che per 1400 euro al mese rischiano la vita per lo Stato, siano stati completamente abbandonati al loro destino, continuando ad essere offesi, nonostante ben due processi li abbiano scagionati” si legge in una nota del Sappe.

 

E di casi Cucchi ce ne sono molti e tante volte si è gettato fango sugli agenti a partire dal mondo dell’informazione, senza tenere in considerazione che al di là dei processi, ci sono uomini e donne sotto le divise che si stanno facendo carico di un mondo di serie B, del quale tutti si lavano le mani.

 

 

 

 

 

Fonte: likiesta / sappe

 

 

 

 

Valentina Stipa

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest