Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community
 

Archivi al giorno dicembre 1st, 2014

lun, dic 1, 2014  Valentina
Carabiniere suicida a Roma
4.9 (98.93%) 56 Vota Questo Articolo

 

Lavoro per i servizi segreti italiani ed internazionali e da tempo sto vedendo cose a noi sconosciute cose non di questo mondo ma dei nostri creatori, purtroppo sapere determinate cose porta delle responsabilità , mi resta poco da vivere so già che stanno arrivando per chiudere la mia bocca per sempre”.

Queste le ultime parole lasciate in un post su facebook da Luis Miguel Chiasso, carabiniere dell’VIII Reggimento Lazio, originario della provincia di Terni, trovato cadavere con un colpo di pistola, quella d’ordinanza, al petto nella sua stanza nella caserma di Roma.

 

Fonte: ilmessaggero.it

Fonte: ilmessaggero.it

Un pensiero molto lungo e complesso quello che il giovane ha affidato al social network prima di porre fine alla sua vita. Un post inquietante, che parla di politica, di ribellione, di sospetti. Parole che hanno creato un mistero intorno a questa morte e proprio per questo la procura ha disposto l’autopsia sul corpo.

 

Prima di togliersi la vita il giovane aveva chiamato il 112 pronunciando frasi sconnesse; l’operatore che aveva ricevuto al chiamata, compreso la gravità della situazione, aveva provato a trattenerlo in linea, ma è stato tutto vano.

 

 

 

Troppi Segnali Strani

 

 

A destare sospetti su questa morte, molti segnali pochi chiari. Prima di tutto il post. Parole che lasciano dubbi e ombre su cosa poteva sapere il carabiniere o solo farneticazioni di un ragazzo mentalmente instabile?

Di certo c’è che nelle ultime parole di Luis non si parla di suicidio, ma solo di morte imminente.

 

In secondo luogo la modalità della morte, un colpo di pistola al petto. Premesso che il modo in cui qualcuno sceglie di togliersi la vita è del tutto soggettivo, ma se lo uniamo alle parole del post, suona quantomeno strano che per uccidersi ci si punti la pistola al petto.

 

Infine la telefonata al 112. Chi vuole togliersi la vita, non chiede aiuto e poi scrive frasi come “so gia che stanno arrivando per chiudermi la bocca per sempre.”

 

 

Perché Nessuno Ne parla

 

 

La notizia di questo suicidio è di qualche giorno fa ma nessun telegionale ne ha parlato.

Perché? Perché a parti inverse, quando un carabiniere in divisa uccide, per errore o per colpa, inizia un processo mediatico spietato che non lascia scampo neanche in caso di innocenza e se a morire è un giovane in divisa, non è degno neanche di essere ricordato?

 

La domanda è lecita, ma rimarrà senza risposte. È una domanda scomoda, che qualcuno considererà irriverente o polemica.

Per noi è una domanda legittima e come tale la poniamo alle coscienze della gente comune. Ognuno trovi la propria risposta.

 

 

 

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest