Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno agosto 5th, 2015

mer, ago 5, 2015  Valentina
Carabinieri. Bassi Sì, Ma Grassi No!
4.3 (85%) 4 Vota Questo Articolo

 

“Si è deciso quindi di non precludere l’accesso alle Forze armate, alle Forze di polizia e al Corpo dei vigili del fuoco in ragione della mancanza del requisito dell’altezza minima prevista dalle attuali disposizioni, ma di consentire la valutazione dei soggetti in base a differenti parametri dai quali possa comunque desumersi la più generale ma imprescindibile idoneità fisica del candidato allo svolgimento del servizio militare o d’istituto”. Così viene giustificata in una nota ufficiale la decisione presa dal Governo di eliminare il requisito di altezza per l’entrata nelle forze armate.

 

Grande importanza invece al parametro della massa: la percentuale di massa grassa nell’organismo dovrà essere non inferiore al 7% e non superiore al 22% per gli uomini e non inferiore al 12% e non superiore al 30% per le donne. Anche la forza muscolare misurata in kg dovrà essere non inferiore a 40 kg per gli uomini e a 20 kg per le donne.

Mentre la massa metabolicamente attiva, misurata in percentuale di massa magra teorica presente nell’organismo dovrà essere non inferiore al 40% per i maschi ed al 28% per le femmine.

 

Insomma chi gioiva per la fine di un limite fisico, può smettere subito perché l’altezza è stata barattata con parametri ben più rigidi, sui quali però, è vero si può lavorare. In molti considerano questo, un traguardo importante.

 

Chi però già appartiene alle categorie di carabinieri, vigili del fuoco e polizia ha ben altro di cui preoccuparsi. E questo cambiamento sembra un po’ come nascondere la tesa sotto la sabbia rispetto a problematiche ben più gravi e urgenti, sulle quali media e rappresentanze di categoria troppo poco si esprimono.

 

 

 

Carabinieri. A Roma Possono Volare a 270 km/h

 

 

 

 

Fonte:  forzearmateitaliane.it

Fonte:
forzearmateitaliane.it

Ma per i nostri carabinieri ogni tanto arriva anche qualche notizia leggera che stempera il clima di tensione. Come quella che ha visto protagonista la Lotus Cars, la quale ha donato due vetture all’Arma, personalizzate e dotate di tutti i maggiori sistemi di sorveglianza  ed emergenza avanzati.

 

Dopo la Lamborghini Gallardo, questo è  il secondo caso di auto sportive donate da case automobilistiche alle forze dell’ordine italiane. Telaio in alluminio. Motore da 3.5 litri V6 di origine Toyota-Lexus capace di sviluppare ben 350 CV a 7.000 giri al minuto. Velocità massima di 277 km/h con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 4,8 secondi.

 

Lo scopo di questo inaspettato regalo è quello di contribuire a rendere maggiormente sicura la nostra capitale ameno durante i pattugliamenti.

 

 

 

 

Fonte: repubblica / leggo / forzearmateitaliane

 

 

 

 

Valentina Stipa.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest