Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno gennaio 20th, 2016

mer, gen 20, 2016  Valentina
Carabinieri e Forestali. Non sarà tutto indolore
5 (100%) 3 Vota Questo Articolo

Fonte: blitzquotidiano.it

Fonte: blitzquotidiano.it

Non che ci siano problematiche interne tra i due corpi o disguidi o screzi. Ma è come voler mettere il sale al posto dello zucchero e sperare che il risultato sia eccellente.

 

Due divise differenti. Compiti e aree di competenze distinte. Carabinieri e forestali. Una vocazione militare contro una civile. E il punto è proprio qui.

Nonostante le rassicurazioni di circostanza del comandante generale dei carabinieri, Tullio Del Sette, il quale parla di “polo di eccellenza unico nel settore ambientale per vastità della missione e potenzialità” che “di proporsi come modello internazionale in un futuro in cui l’ambiente dovrà sempre più essere al centro dell’attenzione del mondo”.

 

Di fatto comunque entro sei mesi dall’approvazione del Decreto Madia, i settemila agenti del Corpo Forestale dovranno indossare la divisa dei Carabinieri, ad eccezione di coloro che transiteranno nei vigili del fuoco (120), nella Guardia di finanza (30) e nella Polizia di Stato (120).

 

 

Carabinieri E Forestali Sotto Un’Unica Divisa

 

 

L’accorpamento forzato del corpo di polizia forestale all’interno dell’Arma dei carabinieri è prima di tutto un cambio forzato e non concertato di vocazione.

 

I carabinieri sono militari. I forestali invece hanno affrontato un concorso pubblico per entrare in una forza civile e costringerli a un cambiamento del genere è senza dubbio una forzatura che non va sottovalutata come spiega Marco Moroni, segretario generale del sindacato Sapaf.

 

Ma si può cancellare un corpo che esiste dal lontano 1822? Fu infatti Re Carlo Felice proprio in quell’anno a creare l’amministrazione forestale, la quale divenne Corpo Reale delle Foreste con l’Unità d’Italia per poi venire soppresso e militarizzato nel 1926 con l’ascesa di Mussolini. Dal 1948 ha l’assetto che conosciamo oggi e che oggi scomparirà.

 

 

Carabinieri e Forestali. Sicuri che Sia Una Buona Idea?

 

 

Il comandante Del Sette, tra le altre cose, ci ha tenuto a precisare che non ci saranno cambi di mansioni: “continueranno a fare il lavoro svolto finora, mantenendo ogni professionalità e aspettativa col nuovo stato militare”.

Di fatto però non sarà proprio così.

 

I forestali infatti dovranno frequentare uno specifico corso di formazione militare. E in termini di mansioni, verranno loro tolte le funzioni in materia di lotta agli incendi boschivi che verranno invece trasferite ai vigili del fuoco.

 

L’ultima nota sull’argomento la vogliamo lasciare alla dichiarazione del procuratore nazionale Antimafia Franco Roberti che in un’audizione al Senato, nel novembre 2014 dichiarò: “noi siamo contrarissimi alla soppressione del Corpo forestale dello Stato, perché sarebbe come togliere all’autorità giudiziaria l’unico organismo investigativo in materia ambientale che dispone delle conoscenze, delle esperienze, del know-how e anche dei mezzi per poter smascherare i crimini ambientali”.

Non facciamo altri commenti.

 

 

 

 

Fonte: ilgiornale / targatocn / lavocesociale

 

 

 

 

 

Valentina Stipa

 

 

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest