Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: il blog di esternazioni liberatorie

Accessibilità per i visitatori: sola lettura, ma potrete presto chiedere la registrazione ed esprimere i vostri pareri.

Categorie

 

Archivi al giorno marzo 13th, 2017

lun, mar 13, 2017  Valentina
Vota Questo Articolo

Fonte: bbc.com

Fonte: bbc.com

Si tratta di una onorificenza che viene concessa dal presidente della Repubblica, su proposta del Ministro della Difesa o delle finanze attraverso l’emissione di un decreto agli ufficiali e marescialli “particolarmente meritevoli”, che abbiano compiuto 50 anni di servizio, con valenza doppia per gli anni di comando.

 

A ricevere dalle mani del Comandante Interregionale “Ogaden”, Gen. C.A. Giovanni Nistri le medaglie, sono stati i militari della Legione Carabinieri Abruzzo e Molise, accompagnati dalle parole dello stesso che ha ricordato come “i sacrifici e l’abnegazione del Carabinieri di ogni ordine è grado, è anche frutto dell’appoggio e dei sacrifici che le famiglie dei militari accettano con consapevole affetto e senso di responsabilità per l’impegno richiesto ai propri congiunti”.

 

 

 

Carabinieri. Onore e formazione

 

 

 

Se da un lato non ci si dimentica di quanto sia importante l’apporto e l’appoggio delle famiglie per ogni militare, non può passare in secondo piano neanche la formazione della società civile al rispetto della legalità. È con questo scopo che va avanti il progetto nazionale che impegna l’arma dei carabinieri nelle scuole di tutto lo stivale, che coinvolge gli alunni delle quinte classi delle Scuole Primarie, i quali vanno in visita presso le caserme.

 

Queste visite mirano ad avvicinare questo mondo ai ragazzi, i quali convivono nel quotidiano con la divisa, ma non ne conoscono a fondo il significato né le modalità operative. Parte di queste visite viene dedicato anche alla spiegazione delle apparecchiature in uso ai carabinieri, come gli strumenti necessari ai rilevanti per gli incidenti stradali o per impostare un posto di blocco.

 

La parte finale di questi incontri viene poi dedicata alle raccomandazioni in termini di rispetto delle regole di circolazione stradale ad esempio ma ampio spazio viene dedicato anche ai reati commessi verso le fasce deboli, come gli anziani.

 

 

 

Carabinieri.  Sempre più vicini a noi

 

 

 

Dalle parole del ministero, in generale lo scopo di questo progetto nelle scuole è quello di “creare e diffondere il concetto di sicurezza economica e finanziaria affermare il messaggio della convenienza della legalità economico-finanziaria; stimolare nei giovani una maggiore consapevolezza del delicato ruolo rivestito dal Corpo, quale organo di polizia vicino a tutti i cittadini, di cui tutela il bene fondamentale delle libertà economiche”.

 

Di pari passo con il progetto, c’è anche il concorso “insieme per la legalità”, che vuole coinvolgere in modo ancora più diretto i giovani nel mondo che porta la divisa.

Partire dalle scuole è certamente un passo logico e importante per creare quella cultura di legalità e rispetto che negli ultimi anni in Italia si sta perdendo. La speranza è quella, per le generazioni future, di recuperare sicurezza nelle istituzioni e nei militari, senza inquinamenti di cronaca e politica.

 

 

 

 

Fonte: ilmessaggero / lanotiziaquotidiana

 

 

 

 

 

Valentina Stipa

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest