Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Buona Scuola. Lista della spesa per i 500 Euro



Buona Scuola. Lista della spesa per i 500 Euro
Vota Questo Articolo

Fonte: lintraprendente.it

Fonte: lintraprendente.it

Tanto per non lasciare dubbi e creare false aspettative, il Miur ha voluto fare diverse precisazioni su come sarà possibile impiegare i 500 euro erogati ai docenti per la formazione e l’aggiornamento professionale.

 

La premessa di base è che la Buona Scuola “riconosce fondamentale la formazione professionale del docente nel quadro degli obiettivi formativi, che riguardano competenze disciplinari e trasversali, scelte educative e metodologie laboratoriali”.

 

 

 

Buona Scuola. Ecco Cosa Si può Acquistare Con La Card

 

 

Personal computer, computer portatili o notebook, computer palmari, tablet ma anche software permettono di consultare enciclopedie, vocabolari, repertori culturali o di progettare modelli matematici o di realizzare disegni tecnici, di videoscrittura e di calcolo.

 

Anche i corsi online rientrano tra le attività consentite ma solo se organizzati da università, consorzi universitari e interuniversitari, Indire, Istituti pubblici di ricerca o altri enti accreditati dal Miur. Non potranno invece essere pagati con la card dell’insegnante dispositivi come smartphone, pennette Usb, videocamere, stampanti e toner abbonamenti a linee adsl, il pagamento del canone Rai o di una pay tv.

 

A proposito di formazione, vale la pena ricordare il corso di formazione indetto per ogni insegnante di qualunque ordine e livello in merito a funzioni organizzative, culturali e formative inerenti la disabilità e i processi di integrazione. Si tratta nel dettaglio di 50 ore di lezione suddivise in due unità formative, le quali includeranno attività laboratoriali, pratica didattica, esercitazioni, lavoro online, documentazione e tutoring. Tutte le informazioni possono essere reperite sul sito del Miur.

 

 

La Buona Scuola. Si Espone Perfino Il Papa

 

 

Fra gli operai più malpagati ci sono gli educatori. Cosa vuol dire? Semplicemente che lo Stato non ha interesse. Se l’avesse le cose non andrebbero così. L’educazione è diventata troppo selettiva e elitaria. Sembra che hanno diritto all’educazione soltanto le persone che hanno un certo livello, una certa capacità. Ma certamente non hanno diritto all’ educazione tutti i bambini, tutti i giovani, e questo è una vergogna”.

 

Parole di un sindacalista? Di un insegnante rancoroso? No. Di Papa Francesco.

Un messaggio importante che arriva da una persona altrettanto importante. E che non parla certo per interesse diretto sul tema. Bisognerebbe rifletterci.

 

 

 

Fonte: repubblica /  blastingnews / ansa

 

 

Valentina Stipa

 

 

 

Pinterest

Leave a Reply