Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Carabinieri. Niente sconti per ZTL



Carabinieri. Niente sconti per ZTL
Vota Questo Articolo

Fonte: spoiledexpat.com

Fonte: spoiledexpat.com

Quando la realtà supera la fantasia si spera sempre che sia in meglio. Ma nella maggior parte dei casi non è così. E non lo è neanche in questo caso, di cui ben ci si guarda dal parlare in maniera diffusa.

 

Si tratta dell’ennesima vergogna dello stato italiano verso i suoi figli, divisi tra prediletti e di seconda scelta. Di questa ultima categoria fanno parte i carabinieri che, a Roma, per raggiungere il loro luogo di lavoro in centro città sono costretti a pagare di tasca loro la tassa ZTL.

 

Il delegato del Co.Ce.R Giuseppe La Fortuna non è andato per il sottile e ha dichiarato che “se da un lato il Governo sembrerebbe orientato a dare assoluto sostegno  e la massima importanza e alle Forze dell’Ordine, dall’alto, emerge l’atteggiamento ostile e incongruente posto in essere dalle Autorità competenti nei confronti dei Carabinieri”.

Ma andiamo con ordine.

 

Carabinieri. Quando l’esperimento costa caro

 

 

Vi abbiamo già raccontato a suo tempo che a Roma si sta svolgendo una fase sperimentale che prevede l’istituzione del 112 come numero unico di pronto intervento europeo.

 

Dal primo marzo scorso poi è entrato in azione anche il piano di controllo del territorio che divide la giurisdizione della capitale in tre maxi aree, assegnate una ai carabinieri e due alla polizia di stato a rotazione. Lo scopo di questo piano è quello di monitorare il territorio in modo molto più capillare evitando accavallamento di forze e competenze.

 

Di per sé il progetto è lodevole e si spera porti a un bilancio positivo, tale da poterlo estendere anche a tutte le altre città.

Non si può però accettare che chi deve recarsi nella propria sede di lavoro, fatta eccezione per i carabinieri che svolgono servizio presso la caserma Pogdora di Via Morosini, debba pagare di propria tasca la tassa sulla zona a traffico limitato.

Si tratta, per i rappresentanti della categoria di un tributo illegittimo che non trova un fondamento logico e che, qualora le cose non cambino, dovrà gravare sull’amministrazione militare e non sul singolo.

 

Il Co.Ce.R su questo punto è irremovibile e conclude la propria lettera di denuncia, ricordando come “gratificare, apprezzare e soprattutto riconoscere i diritti ai Carabinieri, significa rafforzare l’attaccamento alle Istituzioni e a quei valori che da secoli sono insiti nella mentalità trasfusa in quegli Uomini e in quelle Donne in divisa che presidiano, giorno e notte, tutti i territori del nostro paese nonché il centro urbano più importante e a rischio attentati dell’intera Nazione, i cui numerosi obiettivi sensibili, ruotano”.

 

 

Valentina Stipa

 

 

 

 

Pinterest

Leave a Reply