Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Carabinieri. Quando Rumore Ingiustificato!



Carabinieri. Quando Rumore Ingiustificato!
Vota Questo Articolo

Fonte: infodifesa.it

Fonte: infodifesa.it

Quanta ilarità per una panda con le catene! Sì, è vero, appartiene all’arma dei carabinieri, ma tutto questo scalpore proprio non è giustificato. È dovuta intervenire addirittura la professionalità di autoblog.it per garantire che quanto mostrato in quella foto così scandalosa è del tutto normale.  “Non c’è nulla di sbagliato a montare catene da neve sull’asse posteriore di un’auto a trazione integrale. Questo poiché in alcuni casi le 4×4 possono necessitare di avere maggiore trazione sull’asse posteriore”.

 

Sul sito poi si legge una lunga dissertazione tecnica che spiega come anche l’analisi della foto mostri una situazione del tutto normale, considerate le condizioni del terreno e il contesto. Tale precisazione ha avuto lo scopo di far tacere almeno in parte l’onda immensa di commenti e sfottò diretti ai carabinieri, facili bersagli di situazioni comiche.

 

Questa pero non lo era. E non voleva esserlo. Né in quanto tale. Né considerato il contesto e la situazione nel quale è stata scattata la fotografia.

 

Il bello del web è che tutti hanno la possibilità di dire la loro in quasi totale anonimato. Questo però è che il punto debole. Dare parola a chi farebbe meglio a tacere po’ creare situazioni spiacevoli come questa ai danni di una categoria che di problemi di equipaggiamento e risorse ne ha da vendere. Ma sul serio. Non per ilarità.

 

 

 

Carabinieri. Dalle risate al dramma

 

 

 

Ci si concentra su una panda 4×4 con le catene e non si pensa invece al rischio di crollo della caserma dei carabinieri di Dueville, nel vicentino. Una vicenda iniziata molto tempo fa, ben prima della chiusura dei lavori di ristrutturazione e che oggi evidenzia vizi e difetti costruttivi che hanno reso indispensabile l’evacuazione immediata degli alloggi per garantire l’incolumità degli occupanti.

 

Quella caserma, c’è da dire, che non ha avuto vita facile fin dagli albori della sua nascita. Basta pensare alle difficoltà per la ricerca dei fondi, poi i ritardi dei costruttori e le indagini dei Ros di Padova, che hanno condotto all’assegnazione a una nuova impresa edile. E ancora la trepidante attesa per raggiungere il numero di carabinieri operativi e infine le polemiche per i canoni d’afflitto e per la gestione della manutenzione dei locali.

 

Fino a oggi. Fino alla richiesta di evacuazione per rischio di crollo dell’edificio. Ecco queste notizie stridono fortemente dopo gli sfottò per le catene sulla panda, non trovate? Si tratta di due facce della stessa medaglia. Quella dei figli dello stato che, nonostante gli sforzi quotidiani, vengono denigrati e derisi. A volte dai loro stessi padri.

 

 

 

 

 

Fonte: ilgiornaledivincenza  /nonsolomarescialli

 

 

 

 

 

Valentina Stipa

 

 

 

 

 

 

Pinterest

Leave a Reply