Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Caso Marò. La Torre Arriva In Italia



Caso Marò. La Torre Arriva In Italia
5 (100%) 2 Vota Questo Articolo

 

latorreCi voleva un’ischemia. Non il pugno duro o la diplomazia o un nuovo premier come interlocutore. Ma un grave problema di salute. Questo ci è voluto per permettere a Massimiliano la Torre, uno dei due marò trattenuti in India in attesa di processo da troppo, davvero troppo tempo, di ritornare in patria.

 

Quattro mesi il tempo concesso dall’India per recuperare le forze e poi dovrà ricongiungersi con l’altro marinaio Salvatore Girone, rimasto da solo nell’ambasciata italiana di New Delhi, da quel lontanissimo 2012, l’accusa di avere ucciso due pescatori del Kerala scambiandoli per pirati.

 

 

 

Caso Marò. India Clemente O Italia  Immobile?

 

 

Il nostro premier Renzi non ha esitato a ringraziare la giustizia e i vertici istituzionali indiani nella persona del neo presidente Modi, per la clemenza e la comprensione dimostrata.

 

Molti hanno avuto da ridire su questo aspetto: ringraziare un paese che sta sistematicamente violando la nostra sovranità e sta calpestando la dignità di due suoi militari da anni, forse è stato un po’ eccessivo. Questo è ancora più vero se si pensa che la corte ha sì dato il via libera al trasferimento temporaneo in Italia, ma ha preteso due lettere  ufficiali d’impegno, una del nostro ambasciatore Mancini a nome dello Stato e  l’altra dello steso La Torre, il quale peraltro è stato costretto a riscriverla “non ambigua ed equivoca”.

 

maròDi fatto comunque la corte suprema indiana ha riconosciuto la necessità del marò di dover rientrare in Italia per poter affrontare nel migliore dei modi le conseguenze dell’ischemia che lo scorso 31 agosto lo ha colpito all’età di 47 anni.

 

Il ministro della Difesa Roberta Pinotti ha dichiarato che si tratta di un risultato confortante e che ciò nonostante “non ci distoglie certo dalla volontà di trovare una soluzione rapida della vertenza con l’India, attraverso le iniziative che abbiamo da tempo intrapreso e che perseguiamo con determinazione“. Quali siano concretamente queste iniziative, fatta eccezione per l’assoluta immobilità in attesa di decisioni altrui, non è dato sapere.

 

 

 

Caso Marò. L’economia Fa La Sua Parte

 

 

E nel frattempo in Italia che si fa? Si festeggia il matrimonio della terza figlia del magnate indiano del ferro Pramod Agarwal, alla presenza di oltre 800 invitati che rappresentano il 20% della ricchezza dell’intera India , come ci tiene a sottolineare il sindaco di Fasano (Brindisi), il luogo dell’evento, il quale ha anche previsto uno spiegamento di forze per evitare proteste e manifestazioni per i nostri marò in questo contesto.

Una miniatura di ciò che accade a livello mondiale, ovvero gli interessi economici sopra ogni cosa.

Anche la vita dei nostri militari. A voi ulteriori riflessioni in merito.

 

 

 

Fonte: ilfattoquotidiano / repubblica / grnet / oggi

 

 

Valentina Stipa

 

Pinterest

Leave a Reply