Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Cessione del Quinto: Il prestito dei Dipendenti Statali



Cessione del Quinto: Il prestito dei Dipendenti Statali
2.8 (55%) 4 Vota Questo Articolo

Cessione del quinto è un prestito personale riservato a tutte le categorie dei dipendenti pubblici e dipendenti statali, con un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Ma, in cosa consiste esattamente questo finanziamento?

 

La Cessione del Quinto Dipendenti Statali: Principali Caratteristiche

 

Foto: Reppublica.it

La cessione del quinto dipendenti statali è un prestito personale non finalizzato, questo significa che nella richiesta non è necessario spiegare né giustificare il motivo per cui si richiede. Inoltre, il dipendente pubblico richiedente può disporre della liquidità ottenuta con assoluta autonomia e libertà.

Una delle principali particolarità della cessione del quinto è che prevede una modalità di rimborso attraverso la propria busta paga dei titolari. Infatti, con la cessione del quinto è la propria amministrazione di appartenenza ad occuparsi tutti i mesi di trattenere direttamente le rate dallo stipendio e realizzare i pagamenti.

Le rate mensili per il rimborso di una cessione del quinto non possono superare la quinta parte dello stipendio dei dipendenti pubblici richiedenti. In questo modo, l’importo massimo ottenibile dipende dallo stipendio netto dell’interessato: moltiplicando il 20 % dello stipendio del richiedente per 120 mesi (durata massima del prestito) è possibile sapere, approssimativamente, l’importo massimo ottenibile con una cessione del quinto.

 

 

Vantaggi della Cessione del Quinto per appartenenti alla PA

 

-          Prestito agevolato e conveniente

-          Rimborso automatico tramite la busta paga

-          Dilazione fino a 120 mesi

-          Tasso d’interesse fisso

-          Rata mensile fissa e inferiore al quinto dello stipendio netto

-          Nessuna motivazione richiesta

-          Ottenibile anche da parte di dipendenti con segnalazioni o pignoramenti

-          Assicurazioni comprese nella rata

-          Possibilità di rinnovo prima della scadenza

 

Perché richiedere una cessione dello stipendio/pensione?

 

La cessione del quinto dipendenti statali è un finanziamento molto simili ai prestiti pluriennali erogati dall’Inpdap. Infatti, sono società finanziarie convenzionati con le amministrazioni e con il proprio Inpdap, ora Inps, a erogare la cessione del quinto.

La principale differenza tra richiedere un prestito all’Inpdap, ora Inps, e fare richiesta alle società finanziarie convenzionate è che, in questo secondo caso, è molto più semplice e veloce ottenere il prestito. Il motivo è che l’Inpdap eroga i prestiti in base alla disponibilità economica del fondo apposito per i prestito, e pertanto bisogna rispettare una lista di attesa. Mentre che nel caso delle società finanziarie convenzionate, la cessione del quinto è un diritto.

 

Roberta Buscherini

 

Pinterest

Un Commento a “Cessione del Quinto: Il prestito dei Dipendenti Statali”

  1. Antonio Says:

    La questione è questa: se vi rivolgete ad una finanziaria qualunque (o banca), visto che il rimborso è garantito dall’ente erogatore dello stipendio, non vi chiedono niente, però sarete soggetti a normali condizioni di mercato (interessi spese, etc…), se invece si fa riferimento ai crediti agevolati, ad esempio quelli per dipendenti statali ex INPDAP c’è un regolamento che richiede motivazioni precise e stringenti, espressamente documentate altrimenti il credito agevolato ve lo sognate.
    Avevo in essere una cessione del quinto che poteva essere rinnovata, avevo necessità di una piccola cifra per mio figlio per un percorso di studio e di lavoro, e mi è stata negata, in quanto non compresa fra quelle previste dal regolamento INPDAP.

Leave a Reply