Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Competenze docenti oggi: Leggere Per Credere



Competenze docenti oggi: Leggere Per Credere
2.5 (50%) 2 Vota Questo Articolo

Competenze docenti: Il docente oggi, così come si legge nella nota contrattuale deve realizzare un processo d’insegnamento che deve avere come scopo finale la promozione  dello sviluppo umano e culturale oltre che civile e professionale degli alunni.

 

 

Le competenze docenti sono riconducibili a quattro aree che sono le seguenti:

 

-competenze docenti disciplinari

-competenze relative all’epistemologie e alle didattiche disciplinari

-competenze psicopedagogiche

-competenze organizzative.

 

 

Le prime competenze docenti sono ovviamente riferite alle conoscenze specifiche del docente.

 

Le seconde da utilizzare per fini educativi. Le terze per entrare in rapporto con gli allievi per riconoscere le problematiche legate all’età, i conflitti che possono nascere nell’ambito della classe.

Le ultime competenze docenti hanno l’obiettivo di costruire il percorso con colleghi, alunni e l’extra scuola.

 

Competenze Docenti: Professione

 

La professione docente si sviluppa in primis in classe, nella scuola e sul territorio. Quindi al sapere insegnare si abbina il saper vivere con gli altri, cosa non facile e non comune. Oggi le competenze dei docenti sono direttamente collegate e sviluppate nell’ambito della scuola dell’autonomia tanto è vero che ad essi viene richiesta anche la responsabilità nella costruzione e nella gestione dell’offerta formativa. Tutte le attività funzionali all’insegnamento, o compentenze docenti, quali attività collegiali, di programmazione, di ricerca, di valutazione, di documentazione, aggiornamento e formazione, sono tutte collegate e determinano quella professionalità docente così come viene intesa oggi.

 

 

Competenze docenti: orari e retribuzioni

 

 

competenze docentiIl docente oggi a seconda della cattedra ha un orario di insegnamento vario:

il docente della scuola dell’infanzia svolge il proprio servizio su 25 ore settimanali.

Il docente della scuola primaria svolge il proprio servizio su 24 ore settimanali ( 22 di insegnamento più due di programmazione).

 

Il docente della scuola secondaria di primo e secondo grado svolge il proprio orario di servizio su 18 ore settimanali. L’orario settimanale di servizio deve essere sviluppato su non meno di cinque giorni settimanali. Le retribuzioni iniziali e quelle successive a seguito di riconoscimenti di anni ai fini della carriera, si diversificano anche in maniera sostanziosa anche a livello di retribuzione iniziale tabellare.

 

Infatti la retribuzione iniziale tra un docente di scuola prima o dell’infanzia e un docente di scuola secondaria sia esso di primo o secondo grado ha una forbice di circa 1500 euro lordi.

 

Questa forbice diventa sempre più ampia fino a raggiungere i circa 5000 euro lordi al termine della carriera lavorativa.

 

In altri termini tra un docente di scuola primaria e dell’infanzia e un docente di scuola secondaria di secondo grado che si trovano entrambi alla posizione stipendiale di 35 tra le retribuzioni vi è una forbice di circa 5000 euro lordi che determinano ovviamente un diverso trattamento di qui scienza e di trattamento di fine servizio.

 

Tra le competenze docenti o meglio tra le attività funzionali all’insegnamento rientrano anche gli adempimenti individuali e tutte le attività di carattere collegiale che comprendono: la correzione degli elaborati e i rapporti con le famiglie, programmazione progettazione ricerca aggiornamento e formazione compresa la preparazione dei lavori degli organi collegiali, la partecipazione alle riunioni e l’attuazione delle delibere eventualmente adottate.

 

Giancarlo Ranalli

 

 

 

Pinterest

Leave a Reply