Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi per la categoria 'Concorsi Scuola'

mer, apr 3, 2013  Roberta Buscherini
Scuola: Le Scadenze di Aprile
Vota Questo Articolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per ulteriori informazioni vai alla nostra guida su Mobilità, Esami di Stato.

 

Fonti: MIUR / Orizzontescuola

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
mar, mar 26, 2013  Roberta Buscherini
Passaggio di Ruolo e di Cattedra 2013/2014: Requisiti, Tempistica e Precedenze.
3.2 (63.33%) 6 Vota Questo Articolo

Ci sono alcune novità rispetto il passaggio di ruolo e/o di cattedra per il nuovo anno scolastico, infatti anche gli insegnanti assunti con decorrenza giuridica 1/9/2011 potranno richiedere trasferimento di ruolo interprovinciale.

 

Passaggio di ruolo o di cattedra: definizione

passaggio di ruolo

Foto: Gildafc

 

Il passaggio di ruolo nella scuola pubblica è il trasferimento dei docenti dall’infanzia alla primaria o alla secondaria e viceversa. Oppure il passaggio di ruolo del personale educativo ad altri ruoli diversi.

Il passaggio di cattedra invece, è il trasferimento dei docenti da una classe di concorso ad un’altra, sempre dello stesso ruolo.

 

Chi può richiedere il passaggio di ruolo o di cattedra?

 

Per richiedere il passaggio di ruolo e/o di cattedra, è necessario rispettare alcuni requisiti. In questo senso, per accedere alla mobilità, è necessario:

-          Aver superato il periodo di prova (180 giorni) nel ruolo di appartenenza

-          Possedere l’abilitazione per il ruolo o la cattedra richiesta

 

Per quel che riguarda il diploma magistrale, Il CCNI consente il passaggio di ruolo della scuola primaria con il titolo di studio ottenuto a termine dei corsi quadriennali e quinquennali sperimentali dell’istituto magistrale conseguito entro l’anno scolastico 2001/02, ai sensi del DM 10 marzo 1997.

 

Passaggio di ruolo e Mobilità Professionale

 

Il 50 % dei posti disponibili ogni anno per trasferimenti scuola sono riservati alla mobilità professionale che riguarda la III fase, mentre l’altro 50 % va alla mobilità interprovinciale.

E’ possibile presentare domanda di passaggio di ruolo mobilità interprovinciale ma è concessa soltanto nel caso di posti disponibili residui dopo la mobilità professionale della provincia in questione.

 

Domanda Passaggio di Cattedra, Ruolo e Mobilità

 

I docenti interessati hanno la possibilità di presentare contemporaneamente domanda di mobilità, passaggio di ruolo e passaggio di cattedra. Vediamo come:

Il passaggio di ruolo può essere richiesto per un solo grado di scuola, per una sola provincia e per una o diverse classi di concorso. Nel caso di richiesta di passaggio di ruolo per la scuola secondaria di II grado, può essere richiesto anche per più province.

 

Passaggio di ruolo, quando prevale?

 

Secondo la legge in vigore, il passaggio di ruolo prevale se si presenta:

  1. Domanda di Trasferimento + domanda di passaggio di cattedra + passaggio di ruolo

In questo caso, prevale il passaggio di ruolo che rende inefficace la domanda di trasferimento e il passaggio di cattedra. Per fare questo tipo di richiesta è necessario compilare la domanda di trasferimento e tante domande come passaggi richiesti.

 

Passaggio di Ruolo: Precedenze e Punteggi

 

In merito alle precedenze valide per la mobilità professionale ed il passaggio di ruolo, l’articolo 7/1 del CCNI 2013/2014 prevede che: “Le precedenze riportate nel presente articolo sono raggruppate sistematicamente per categoria e sono funzionalmente inserite, secondo il seguente ordine di priorità, nelle sequenze operative delle tre fasi della mobilità territoriale per le quali trovano applicazione. Per ogni tipo di precedenza sottoelencata viene evidenziata la fase o le fasi del movimento a cui si applica. In caso di parità di precedenza e di punteggio, prevale chi ha maggiore anzianità anagrafica.”

In questo modo, l’unica precedenza valida per la mobilità professionale è rappresentata per i docenti:

-          Non vedenti

-          Emodializzati

Da segnalare e documentare nel modello di domanda di passaggio di ruolo o di cattedra.

 

Rinuncia al Passaggio di Ruolo o di Cattedra

 

In termini generali, non è ammessa la rinuncia ad un passaggio di ruolo concesso. Le uniche eccezioni sono:

-          Motivi gravi documentati

-          Che il posto di provenienza sia rimasto vacante

-          Che la rinuncia non abbia delle conseguenze negative sulla gestione dell’organico

 

Per accedere ai moduli per la richiesta di passaggio di ruolo o mobilità 2013/2014, segue questo link: Mobilità docenti e Passaggio di ruolo – Modelli di domanda 
Fonti: Miur / Orizzontescuola

 

Roberta Buscherini

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
ven, mar 22, 2013  Ranalli
Come Diventare Insegnanti Scuola: Le nuove regole
4.3 (86.67%) 3 Vota Questo Articolo

Insegnanti Scuola: Si diventa insegnanti scuola ovviamente dopo aver conseguito uno specifico titolo di studio che fino a qualche anno fa era riconducibile al titolo finito della scuola secondaria di secondo grado mentre oggi è riconducibile solo ed esclusivamente alla laurea magistrale.

insegnanti scuola

Foto: today.it

Il diploma magistrale e di scuola magistrale fino a qualche anno fa rappresentava l’abilitazione per poter accedere all’insegnamento nella scuola primaria e dell’infanzia mentre la laurea vecchio ordinamento consentiva di poter accedere all’insegnamento nella scuola secondaria di secondo grado.

Ma i tempi cambiano e anche velocemente anche se non appare e non ci sembra. Il mondo della scuola è in una fase di profondo cambiamento. Stanno cambiando i programmi sta cambiando lo stato giuridico del docente…insomma tutto scorre inesorabilmente, anche le regole per diventare insegnanti scuola.

Acquisito il titolo di studio richiesto, diversi sono i percorsi che si possono seguire per avvicinarsi al mondo della pubblica istruzione e diventare insegnanti scuola.

 

Insegnanti Scuola: Graduatorie e Ruolo

 

In genere per poter essere inseriti nelle graduatorie di circolo o d’istituto, e diventare insegnanti scuola, è necessario attendere l’ordinanza ministeriale della Pubblica Istruzione di nuovo inserimento nelle medesime.

Ma attenzione: si può essere inseriti solo nella secondo e terza fascia di questo particolare tipo di graduatorie.

Per poter invece aspirare al ruolo ( alias tempo indeterminato) è necessario perseguire altre strade.

In primis la strada del concorso ordinario a cui si può accedere ovviamente solo se in possesso dell’abilitazione all’insegnamento.

 

TFA per diventare Insegnanti Scuola

 

Oggi, ed è questa la grande novità del mondo della scuola, se si consegue l’abilitazione all’insegnamento attraverso il tirocinio formativo attivo si ha di fatto una possibilità in più per poter diventare insegnanti scuola.

Infatti i vincitori del tirocinio formativo attivo o utilmente collocati potranno partecipare in via assoluta al 25% dei posti sul 50% riservati al concorso ordinario.

Il rimanente 25% sarò riservato a tutti gli altri che hanno il titolo per poter insegnare ma non sono abilitati al T.F.A.

Mi preme ricordare che a far data dall’anno scolastico 2013/2014 le precedenti graduatorie dei concorsi ordinari saranno di fatto sostituite dalle nuove graduatorie che nasceranno per effetto del concorso ordinario in itinere ed in fase di ultimazione.
L’altra strada è quella della graduatorie ad esaurimento che consente di poter accedere all’insegnamento sia come docente a tempo indeterminato che come docente a tempo determinato.

Così come per le graduatorie d’istituto o di circolo per poter far parte delle graduatorie ad esaurimento bisogna aspettare che un ordinanza ministeriale stabilisca i nuovi inserimenti o gli aggiornamenti delle medesime.

Una volta che tutto ciò è avvenuto hanno seguito le nomine.

Queste nomine sono a tempo indeterminato per il contingente dei posti messi a disposizione dal Miur e a tempo determinato per il resto fino alla copertura totale delle disponibilità.

E’ utile ricordare che le nomine a tempo determinato potranno avere luogo se in sede di inserimento o aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento si è optato per questa opportunità.

Mentre per le nomine a tempo indeterminato la convocazione avviene per telegramma oppure tramite la pec per le nomine a tempo determinato ( incarichi e supplenze ) bisogna o dotarsi della pec oppure verificare sul sito del csa locale ovvero sui siti delle varie sigle sindacali della scuola le convocazioni che periodicamente vengono pubblicate per diventare insegnanti scuola.

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
ven, mar 1, 2013  Patrizia Caroli
Esami di Stato 2013: Via alla Formazione delle Commissioni
Vota Questo Articolo

Esami di Stato 2013: formazione di commissioni e guida alla domanda online. Il Ministero ha pubblicato recentemente una circolare con le indicazioni precise che devono seguire le scuole per la formazione delle commissioni per gli Esami di Stato 2013. Ricordiamo che i docenti interessati agli esami di stato 2013 devono fare domanda online.

 

Esami di Stato 2013: La Circolare

 

esami di stato 2013

Foto: Istruzionemessina.it

La circolare 7 del 19 febbraio contiene tutte le informazioni necessarie per la corretta composizione delle commissioni valutatrici per gli esami di stato 2013 nella scuola secondaria di secondo grado.

Inoltre, il documento contiene indicazioni riguardo la nominazione di commissari interni e deroghe all’obbligo di presentazione di domande per gli esami di stato 2013 in caso, ad esempio, di part time o di legge 104 / 92.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Esami di Stato 2013: Compensi per commissari

 

 

A regolare il compenso da attribuire ai commissari interni per gli esami di stato 2013 è il Decreto Interministeriale 24 maggio 2007. Tale documento, nell’articolo 3, comma 1, precisa che al commissario interno spetta un unico rimborso forfetario qualora operi su un’unica commissione. Mentre che viene allegato un’ ulteriore retribuzione aggiuntiva solo nel caso in cui il commissario interno operi su più commissioni e non anche nel caso in cui si trovi ad operare in entrambe le classi della medesima commissione.

 

Domanda per Esami di Stato 2013

 

Gli insegnanti e dirigenti scolastici interessati a realizzare gli esami di stato 2013 dovrà presentare una domanda online, tramite le istanze online del sito ufficiale del MIUR, entro le ore 18.00 del 12 marzo 2013.

L’unica eccezione è rappresentata dal personale docente della regione Valle d’Aosta, della provincia di Bolzano e delle scuole slovene delle province di Gorizia e Trieste, che presenterà la domanda in modalità cartacea entro il giorno 12 marzo 2013.

Anche il personale universitario dovrà presentare la domanda per gli esami di stato 2013 in modalità tradizionale (modello ES-2), prima del venerdì 8 marzo 2013.

 

Accedi alla nostra guida sulla presentazione di domande online: Progetto Polis Istanze Online

 

Oppure guarda questo video, realizzato dalla FLC CGIL che illustra le procedure da seguire per la registrazione alle istanze online.

 

 

Per ottenere ulteriori informazioni o accedere ai diversi modelli per la presentazione di domande per gli Esami di Stato 2013 seguire questo link: Circolare Ministeriale 7 del 19 febbraio 2013 – Allegati

 

Fonte: Flc Cgil

 

Patrizia Caroli

 

Per scaricare online il tuo cedolino, visita questo link: Stipendio Pubblica Amministrazione

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
mer, feb 20, 2013  Patrizia Caroli
TFA Speciali: Risposte per i Docenti a Marzo?
Vota Questo Articolo

TFA Speciali. Il MiUR si è riunito ieri con i principali sindacati della scuola per analizzare alcune delle problematiche relative all’attivazione dei TFA Speciali per l’abilitazione dei docenti. Dall’incontro sono emersi due punti importanti:

-          La conferma dei 3 anni di servizio entro l’anno scolastico 2011 / 2012 (l’anno in corso non sarà sicuramente considerato)

-          La possibilità di partecipare ai TFA speciali anche per i docenti in possesso di altre abilitazioni, con i 3 anni di servizio nella specifica classe di concorso richiesta.

Per il momento però, non c’è niente di definitivo. Le risposte potrebbero arrivare a marzo.

 

TFA Speciali: Si Parte o non Si Parte?

 

TFA SpecialiI TFA speciali dovrebbero essere effettuati nel presente anno scolastico, 2012/13, per le attuali classi di concorso e, le previsioni sono d’ iniziare a marzo con l’elaborazione dei decreti organizzativi.

Per il momento ancora molte domande in ballo riguardo questi corsi di abilitazione:

-          Come saranno organizzati?

-          Come funzionerà il punteggio?

-          Cosa stabiliranno?

-          Chi può partecipare esattamente?

 

I TFA Speciali sostituiranno la vecchia Siss, scuola di specializzazione all’insegnamento secondario, e permetteranno agli insegnanti con certi requisiti di raggiungere l’abilitazione senza concorso né tirocinio.

Per il momento sono tutte proposte e non c’è niente di definitivo. L’idea è quella di consentire l’accesso ai TFA Speciali ai docenti con almeno tre anni di servizio tra l’anno scolastico 1999/2000 e il 2011/12, ma anche i precari con molti anni di servizio docente (cifra non precisata ancora) e non abilitati potranno accedere ai TFA speciali.

I TFA Speciali invece, non sono accessibili ai docenti  che intendevano accedere ai TFA attraverso solamente 360 giorni di servizio a partire dal 1999/2000 allo scorso anno scolastico (quello in corso non sembrerebbe valido).

In ogni caso, i corsi prenderanno il via non prima di maggio. Nel totale potrebbero essere fino a 50.000 professori non abilitati, gli interessati a realizzare i TFA speciali senza affrontare il test di ingresso.

Ora bisogna aspettare la risposta del governo che dovrà decidere sui requisiti di servizio, la possibilità di accesso agli insegnanti di ruolo, il valore da dare al diploma magistrale acquisito entro l’a.s. 2001/02, e il valore da attribuire all’abilitazione conseguita con Tfa ordinario e speciale.

 

Fonti: Businessonline / Orizzontescuola

 

Patrizia Caroli

 

Per scaricare online il tuo cedolino o il CUD, segue questo link: Stipendio Pubblica Amministrazione

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest