Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Congedo Paternità Statali: Prerogativa Del Settore Privato



Congedo Paternità Statali: Prerogativa Del Settore Privato
Vota Questo Articolo

Congedo paternità statali? negato! rimane una oprerogativa del settore privato per ora.

A dirlo con buona pace di tutti è stato Filippo Patroni Griffi rispondendo pochi giorni fa al comune di Reggio Emilia proprio sul tema del congedo paternità statali dopo l’adozione del decreto interministeriale Lavoro-Mef dello scorso dicembre.

 

Congedo Paternità Statali. Nessuna Armonizzazione Neanche con L’Europa

congedo paternità

L’allarme sulla disparità nel congedo paternità statali è stato lanciato dall’Anief, l’associazione professionale sindacale, poichè questa differenza riguarda tre milioni e mezzo di dipendenti pubblici, potenziali usufuitori del congedo paternità statali.

 

La risposta di Patroni Griffi sul congedo paternità statali disattende secondo l’anief “la direttiva 2010/18/Ue del Consiglio dell’8 marzo 2010, nella quale non si fa alcun riferimento alla natura del rapporto di lavoro, ma solamente alla necessità di dare attuazione al diritto individuale del congedo parentale,(…) svolgendo un ruolo significativo nell’aiutare i genitori che lavorano in Europa a ottenere una migliore conciliazione”.

 

Dunque nessuna armonizzazione per il congedo paternità statali rispetto a quelli privati regolati dai commi 24, 25 e 26 dell’articolo 4 sulle misure pro-genitorialità con carattere sperimentale per il biennio 2013-2015.

A differenza del congedo parentale statali, quello nel settore privato oggi consente ai papà di godere di un giorno di congedo obbligatorio e  due di congedo facoltativo fino al quinto mese di vita del figlio. Quest’ultimo caso però è subordinato alla rinuncia da parte della madre del proprio congedo.

 

Congedo Paternità Statali: Dipendenti Svantaggiati

 

Il congedo paternità statali invece non può avere le medesime condizioni, in quanto le norme della legge 92/2012 non sono ”direttamente applicabili al pubblico impiego, atteso che tale applicazione è subordinata all’approvazione di apposita normativa su iniziativa del ministro per la pubblica amministrazione e semplificazione.

Il congedo paternità statali quindi continuerà a rispondere alle regole del testo unico 151/2001 diventando di fatto terreno di scontro tra sindacati e istituzioni per i prossimi mesi.

Il congedo paternità statali rientra quindi di diritto nella discussione ancora aperta sulla regolamentazione dei contratti a termine nella pubblica amministrazione, per la quale esiste già un tavolo di confronto.

 

Fonte: Italia Oggi / leggioggi / articolotre / radio24.ilsole24ore

 

Valentina Stipa

 

 

Pinterest

Leave a Reply