Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Congedo Straordinario Polizia Penitenziaria: SAPPE chiede chiarimenti



Congedo Straordinario Polizia Penitenziaria: SAPPE chiede chiarimenti
Vota Questo Articolo

Il Sindacato Autonomo di Polizia Penitenziaria (SAPPE) ha inviato una lettere al Dipartimento della Amministrazione Penitenziaria per esigere alcuni chiarimenti riguardo il congedo straordinario e l’obbligo di residenza nel caso degli appartenenti alla polizia penitenziaria.
I rappresentanti sindacali denunciano che in alcuni carceri italiani le direzioni stanno rifiutando le richieste di congedo straordinario del personale sull’assunto che la visita sia stata eseguita nello stesso luogo in cui il dipendente ha fissato la propria residenza e concedono tale diritto solo in presenza di alcune verifiche.
Come se i direttori fossero in grado di sapere se una visita è più o meno importante di un’altra.

 
L’articolo 18 L.395/90, afferma che il personale della polizia penitenziaria è obbligato a risiedere nel comune in cui ha il posto di lavoro e, secondo il Sappe, la respinta delle richieste di congedo straordinario è un trattamento discriminatorio che risponde al fatto che il dipendente non ha rispettato all’obbligo di residenza previsto per gli impiegati civili dello Stato. “Una sorta di sanzione che i direttori ritengono doversi applicare”, si legge nella lettera.

 
Il SAPPE chiarisce che “il rispetto dell’obbligo di residenza del dipendente, deve ritenersi che, qualora la residenza anagrafica non corrisponda alla residenza di fatto, è di questa che bisogna tener conto con riferimento alla residenza effettiva. Inoltre, segnala che solo nei casi in cui le norme vigenti richiedano espressamente la residenza anagrafica nel comune dove è ubicata la sede di servizio perché si verifichino determinati effetti, la residenza stessa deve obbligatoriamente sussistere.
In questo senso, il SAPPE chiede delucidazioni anche per evitare interpretazioni discrezionali.

Pinterest

Leave a Reply