Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Dipendenti Pubblici Spending Review: la convivenza con l’incubo



Dipendenti Pubblici Spending Review: la convivenza con l’incubo
Vota Questo Articolo

Dipendenti Pubblici Spending Review: I dipendenti pubblici stanno vivendo uno dei momenti più complicati della loro storia lavorativa e le motivazioni sono varie e complesse .

Cerchiamo di capire per quanto è possibile farlo in questo momento di tanta incertezza a livello politico e non.

La Pubblica Amministrazione annovera nel suo organico vari milioni di dipendenti sia a tempo indeterminato che a tempo determinato. Solo a seguito del cosiddetto turnover il suo numero nel corso degli è iniziato a scendere . Nonostante il numero di essi è calato vistosamente negli ultimi anni per l’Europa ancora non basta ragion per cui agli Stati viene richiesto di intervenire attraverso una riduzione consistente degli organici.

Ma come sarà possibile attuare tale volontà rendendo questa operazione il meno indolore possibile?

 

Dipendenti pubblici spending review

 

Sicuramente non attraverso il pensionamento o pre-pensionamento in quanto la Riforma Fornero sulle pensioni ha di fatto posticipato per il 90% dei dipendenti il collocamento a riposo, per migliaia di questi addirittura di anni.

Allora nel decreto Salva Italia il Governo Tecnico Monti ha previsto altre modalità per sgonfiare la pubblica amministrazione attraverso altri strumenti come la possibilità di posticipare di tre anni gli effetti della riforma pensionistica Fornero nel senso che i pre-requisiti relativi alla quota 96 venivano di fatto posticipati al 31/12/2014. Questo voleva dire che quanti maturavano quota 96 al 31/12/201 maturava il requisito per essere collocato in pensione.

Altra possibilità era quella di consentire a quanti ne facessero richiesta di chiedere la mobilità presso altre amministrazioni che avevano carenze di organico ( si è parlato anche di mobilità coatta).

Nell’ipotesi in cui a seguito delle prime due possibilità risultassero ulteriori esuberi veniva previsto il part-time.

 

Infine la messa in mobilità per due anni con la retribuzione fondamentale ridotta all’80%.

 

Dipendenti Pubblici Spending Review: E’ questo lo spauracchio che assilla e che non fa dormire sonni tranquilli ai dipendenti pubblici.

 

Ad oggi la situazione vive una situazione di stasi nel senso che rispetto a qualche mese fa si parla molto meno di esuberi ma questo non vuol dire che tutto sia risolto.

 

dipendenti pubblici spending reviewInfatti il precedente governo ha dato mandato all’ ARAN ( Agenzia per la Rappresentanza Negoziale ) di predisporre un atto d’indirizzo in cui vanno indicate tutte le modalità operative che servono per attuare le volontà del governo.

 

Ad oggi si è ancora in attesa che questo atto d’indirizzo venga sviluppato  e capire quindi come il governo anche se adesso in carica c’è un nuovo governo intende muoversi in questo guado.

 

I dipendenti pubblici incrociano ovviamente le dita e non potrebbero fare diversamente. Sono in attesa di notizie, i dipendenti pubblici hanno voglia di certezze almeno sotto questo aspetto considerata la situazione persistente di magra che essi vivono per l’assenza ormai triennale di adeguamenti contrattuali, scatti di carriera, riconoscimento delle professionalità, posticipo a due anni della trattamento di fine servizio o del trattamento di fine rapporto, che hanno determinato una riduzione del potere di acquisto e un considerevole impoverimento generale delle finanze di ciascuna famiglia .

 

Giancarlo Ranalli

 

Pinterest

Leave a Reply