Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Dirigenti Scolastici: Codice Etico di Comportamento e Responsabilità



Dirigenti Scolastici: Codice Etico di Comportamento e Responsabilità
Vota Questo Articolo

Dirigenti Scolastici: compiti, responsabilità e codice etico. I dirigenti scolastici, appartenenti alla categoria dei dipendenti statali, sono i responsabili della gestione delle risorse finanziarie e strumentali delle strutture scolastiche. Infatti, i dirigenti scolastici hanno la responsabilità di dirigere, coordinare e valorizzare le risorse umane, ma anche di organizzare le attività scolastiche per fare in modo d’incrementare l’efficacia e l’efficienza dei risultati.

Altre competenze dei dirigenti scolastici sono, ad esempio, coordinare le relazioni sindacale e amministrare le risorse finanziarie che riceve la scuola dallo stato. In questo senso è obbligato ad inviare un resoconto periodico sull’uso di queste risorse.

 

Codice Etico dei Dirigenti Scolastici

 

L’Associazione Nazionale di Dirigenti Scolastici, ANDIS, ha creato un codice etico dei dirigenti scolastici delle scuole autonome sull’ottica di comportamento esemplare per i giovani e l’orientamento degli studenti ai principi ed ai valori sanciti dalla costituzione italiana.

 

Principi generali della figura dei dirigenti scolastici

 

dirigenti scolastici-          Deve garantire i diritti degli studenti per quel che riguarda la formazione e il rispetto della propria persona

-          Deve garantire la libertà d’insegnamento individuale e collettiva

-          Deve sviluppare strategie metodologiche per promuovere il successo formativo

-          Deve garantire la collaborazione tra scuola, amministrazione locale, organizzazioni sociali e culturali e il mondo del lavoro in generale.

-          Deve promuovere i comportamenti professionali e la collaborazione tra i docenti

-          Deve studiare il modo migliorare di utilizzare le risorse per fare in modo di ottimizzare tutti i mezzi e le dotazioni a disposizione della scuola

-          Deve esercire il suo potere in piena autonomia al di là delle proprie idee politiche, religiose o sindacali.

-          Deve agire rispettando al massimo i principi che fondamentano il lavoro nella pubblica amministrazione.

 

 Dirigenti Scolastici: Principi specifici nei rapporti interni ed esterni

 

-          Deve istaurare rapporti di qualità con gli alunni, le loro famiglie e con i docenti

-          Deve assumere decisioni imparziali

-          Deve ascoltare le osservazioni e i reclami provenienti dagli utenti per migliorare il servizio pubblico

-          Deve cercare di risolvere problemi interni, tra il personale della scuola, in modo imparziale

-          Deve agire in modo imparziale nei confronti delle imrpese e delle organizzazioni economiche destinatarie o fornitrici

-          Deve svolgere la propria attività con l’unico obiettivo di raggiungere i risultati attesi

-          Deve promuovere ogni forma di collaborazione e integrazione con altri enti del territorio

 

I dirigenti scolastici gestiscono l’organizzazione scolastica, che è un sistema complesso. Il loro ruolo è complicato perché devono integrare in modo sinergico i contributi delle diverse risorse (pedagogiche, didattiche, tecniche, amministrative, ecc….) per garantire la pluralità, la unitarietà, l’integrazione e la qualità del servizio scolastico.

Il ruolo dei dirigenti scolastici non è soltanto un compito di coordinamento dell’azione collettiva scolastica, ma deve dare esempio e garantire che le azioni dei singoli, studenti e docenti, si integrino in vista del raggiungimento di un compito comune.

 

Fonti: ANDIS / CISL Scuola

 

Roberta Buscherini

 

Per scaricare online il tuo cedolino segue questo link: Stipendio Pubblica Amministrazione

 

Pinterest

Leave a Reply