Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Domanda di Mobilità: Come richiedere la Mobilità Personale Docente



Domanda di Mobilità: Come richiedere la Mobilità Personale Docente
3 (60%) 1 Vota Questo Articolo

Domanda di Mobilità: tutti gli anni il Ministero della Pubblica Istruzione diffonde normative per regolare e definire i procedimenti per le richieste e presentazioni di domanda di mobilità del personale della scuola. Tale normativa applica il Contratto Collettivo Nazionale Integrativo sulla mobilità, e fissa le regole per i trasferimenti e i passaggi del personale della scuola.
La domanda di mobilità (trasferimento, passaggio di ruolo e/o di cattedra) viene presentata in versione on line, da parte dei docenti, ma il personale e il personale educativo presentano la domanda di mobilità in formato cartaceo.

 

 

Chi può presentare la domanda di mobilità personale docente

 

 

domanda di mobilità
La domanda di mobilità personale docente può essere presentata da parte degli insegnanti con la necessità di trasferirsi in un’altra sede dello stesso comune, ma anche per la richiesta di trasferimenti scuola verso altri comuni, province o passaggi di cattedra e/ o di ruolo.
Nello specifico, possono presentare domanda di mobilità:
-    Insegnanti di ruolo con sede definitiva
-    Insegnanti titolari su posti di dotazione organica provinciale (DOP) della scuola secondaria
-    Insegnanti di ruolo senza sede definitiva
-    Insegnanti tecnico pratico o assistente di cattedra degli EE. LL. transitato nello Stato con la qualifica di insegnante tecnico-pratico.

 

 

Chi NON può presentare domanda di mobilità

 

 

La domanda di mobilità personale docente non può essere presentata da parte di :
-    Insegnanti non vedenti
-    Insegnanti emodializzati
-    Insegnanti con disabilità
-    Insegnanti con necessità continuative di cure mediche
-    Insegnanti con coniugi o figli disabili a carico

 

Tipologie di mobilità: provinciale, interprovinciale o professionale

 

 

Basicamente, le domande di mobilità possono essere di tre tipi diversi: provinciale, interprovinciale o professionale.  Possono presentare la domanda di mobilità provinciale i docenti assunti con decorrenza giuridica dal 1 settembre 2010 o precedente (esclusi gli insegnanti neo immessi in ruolo con nomina giuridica dal 1° settembre 2010 o 1° settembre 2011).
Possono presentare la domanda di mobilità per lavorare in un’altra provincia, il personale scuola assunto con decorrenza giuridica dal 1° settembre 2009 o precedente.
Per quel che riguarda la domanda di mobilità per passaggio di ruolo e/o cattedra gli insegnanti assunti in ruolo dal 1° settembre 2010, in possesso dell’abilitazione per il ruolo richiesto e che abbiano già superato il periodo di prova.

 

Come compilare la domanda di mobilità personale docente?

Gli insegnanti della scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di I e II grado devono riempire le domande tramite Internet, con la compilazione del modulo apposito, ed inviarle via web. Mentre il personale educativo, il personale ATA e gli insegnanti immessi in ruolo dopo il 30 marzo 2012 devono presentare le domande nel formato cartaceo.

 

 

Dove presentare la domanda di mobilità?

 

Gli insegnanti appartenenti alla categoria di dipendenti statali, ovvero che prestano servizio presso uffici statali devono presentare le domande di mobilità al dirigente scolastico dell’istituto di titolarità.
Gli ATA e le altre categorie di personale docente devono presentare le domande di mobilità all’Ufficio scolastico regionale – territoriale di appartenenza e presentarle, inoltre, al dirigente scolastico dell’istituto o dell’ufficio presso cui presta servizio.
L’unica eccezione viene fatta per i docenti di ruolo della Val d’Aosta, interessati a presentare la domanda di mobilità nelle scuole del rimanente territorio nazionale, in quanto debbono essere inviate all’Ufficio scolastico regionale per il Piemonte.

 

Fonte: MIUR / Orizzontescuola

 

Roberta Buscherini

 

 

Pinterest

Leave a Reply