Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Doppio Lavoro per Infermieri: E’ consentito?



Doppio Lavoro per Infermieri: E’ consentito?
5 (100%) 4 Vota Questo Articolo

soldielavoro.soldionline.it

soldielavoro.soldionline.it

Negli ultimi anni sono stati circa 3300 gli impiegati pubblici scoperti dalla guardia di finanza a svolgere un doppio lavoro. Il guadagno totale di questi soggetti va complessivamente oltre i 20 milioni di euro con un danno alle casse dello Stato di 55 milioni di euro.

;

Ma cosa dice la legge a proposito del doppio lavoro per infermieri? È consentito? E se sì, a quali condizioni? 
;
La normativa che  regolamenta le attività extra-professionali nel pubblico impiego a partire dal ‘96, quando sono state aperte le porte al part time;  in questo caso il dipendente, riducendo il proprio orario di lavoro, può dedicarsi ad un’attività da libero professionista. Al di fuori di questo settore, i dipendenti possono esercitare un doppio lavoro a titolo occasionale e saltuario. C’è, infine, il decreto 265 del 2001, che parla della possibilità di esercitare un’attività extra, previa autorizzazione della società di appartenenza. Ciononostante, soprattutto tra i dipendenti pubblici con stipendi medio bassi, si registrano diversi casi di doppio lavoro non regolamentati. Ciò dipende dal fatto che è molto difficile ottenere la legalizzazione delle attività extra a causa di problematiche connesse alla poca trasparenza nel settore, a normative fin troppo generiche che finiscono col trattare casi simili in maniera diversa da ufficio a ufficio, nonché dalla scarsa informazione diretta ai dipendenti riguardo alle modalità di regolarizzazione. Chi viene scoperto rischia sanzioni disciplinari e in alcuni, rarissimi casi, il danno erariale (restituire il denaro ottenuto svolgendo il doppio lavoro) ed il licenziamento.
;

Doppio lavoro per infermieri

;

Negli anni scorsi  sono balzati agli onori della cronaca i casi di doppio lavoro per infermieri, scovati dalla guardia di finanza. Eclatante il caso del policlinico Sant’Orsola di Bologna dove, più di 30 infermieri  arrotondavano il proprio stipendio grazie al doppio lavoro.  Sembra che diverse delle persone segnalate abbiano agito in buona fede, inconsapevoli dei vincoli del proprio contratto di lavoro al punto da pensare di regolarizzare la propria posizione aprendo una partiva Iva personale. Infine, a comprovare la buona fede degli infermieri, c’è anche il fatto che hanno regolarmente dichiarato i redditi percepiti.
;

Doppio lavoro : Una scelta consapevole?

;

Il caso appena menzionato, come tanti altri simili, dimostra che c’è scarsissima informazione rispetto alla normativa vigente e che, di fatto, molto spesso i sanitari che percepiscono uno stipendio medio-basso scelgono per necessità la strada del doppio lavoro per infermieri. I media divulgano i fatti di cronaca eclatanti e le relative “grandi sanzioni”, ma raramente vengono prese in considerazione le tante problematiche economiche che trascinano inesorabilmente nel lavoro sommerso.
;

Normativa generica e confusione amministrativa

;

La normativa vigente consente la regolarizzazione del doppio lavoro ma, essendo molto generica, da adito a difficili interpretazioni. Le stesse amministrazioni hanno dimostrato, a più riprese, una totale inettitudine rispetto alla gestione degli incarichi extra-professionali. Infine, troppo spesso accade che la questione venga risolta a discrezione delle singole amministrazioni; in alcuni casi, per esempio, vengono autorizzate fino a 30 prestazioni extra annuali senza valutare, però,  le circostanze che spingono un infermiere a cercare un reddito alternativo.
;

Doppio lavoro personale infermieristico: il peso della crisi economica

;
Il doppio lavoro diventa un’esigenza sempre più attuale e nella loro stessa situazione si trovano molti altri dipendenti pubblici. Il problema è che ci sono anche diversi lavoratori tagliati fuori dal settore pubblico e che, riuscendo a lavorare solo nel privato, finiscono col subire la “concorrenza sleale” del dipendente che svolge doppio lavoro.
;

La situazione attuale

;
Statisticamente, a fronte di tutte queste problematiche, il dipendente finisce con l’esercitare comunque il doppio lavoro per infermieri, a prescindere da qualsiasi autorizzazione. Per evitare il lavoro sommerso, quindi, sarebbe opportuna una maggiore informazione in merito; gli enti preposti al rilascio dei nulla-osta”dovrebbero emettere delle circolari esplicative, delle guide complete  e chiare dotate delle diverse modalità attuative come, per esempio, stabilire un limite di giornate di lavoro extra al quale l’infermiere deve attenersi.
;
Purtroppo, la realtà è un’altra: continua ad esserci molta confusione in materia e, di conseguenza, per non sbagliare  le diverse amministrazioni finiscono spesso col propendere per il diniego alla regolamentazione del doppio lavoro.
;
Quale strada intraprendere?
;
Nonostante tutte le difficoltà sopra menzionate, la strada da percorre è sempre quella della regolarizzazione.  Il dipendente, scontrandosi con un sistema così farraginoso sarà tentato dall’intraprendere il doppio lavoro per infermieri clandestinamente, soluzione da evitare assolutamente perché, essendo illegale, potrebbe danneggiare il lavoratore stesso.
;
Per quanto concerne la regolamentazione del doppio lavoro per gli infermieri, questi ultimi possono svolgere poche attività extra e, spesso, non vengono concesse neanche queste, in quanto, potrebbero influire negativamente sulle capacità psico fisiche del sanitario  facendone diminuire il rendimento sul posto di lavoro pubblico.
;
La classe medica
;
Paradossalmente, la stessa regola non vale per i medici ai quali è concesso esercitare sia  privatamente che pubblicamente. Non dovrebbe anche in questo caso valere la considerazione che un doppio lavoro per un sanitario può risultare faticoso e, di conseguenza, dannoso per il proprio operato?
;
Patrizia Caroli
;
Pinterest

Leave a Reply