Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Graduatorie Professioni Sanitarie 2014: Collocazioni e mobilità



Graduatorie Professioni Sanitarie 2014: Collocazioni e mobilità
Vota Questo Articolo

Come si configura lo scenario delle graduatorie professioni sanitarie 2014 nel nostro paese? Quali possibilità possono essere colte all’interno di questa importante e preziosa branca della sanità e del pubblico impiego italiano? È necessario innanzitutto premettere che i titoli per esercitare le professioni sanitarie, da ormai più di un decennio, sono rilasciati solo ed esclusivamente a livello universitario e sono collocati sotto la vigilanza del Ministero della Salute: per esercitare una  professione sanitaria (ed entrare successivamente nelle graduatorie sanitarie) occorre aver conseguito una laurea (almeno triennale) ed aver superato un esame di Stato per l’abilitazione alla relativa professione. Un particolare non secondario dell’istituzione delle professioni sanitarie risiede nel fatto che, ai sensi dell’art.117 della Costituzione Italiana, la potestà legislativa regionale nella materia concorrente della disciplina di queste professioni deve rispettare il principio secondo cui l’individuazione delle figure professionali, con i relativi profili e titoli abilitanti, è riservata, per il suo carattere strettamente unitario, allo Stato.

,

Fonte: www.casaxeuropa.org

Fonte: www.casaxeuropa.org

.

Graduatorie sanitarie: la questione della mobilità

,

Andando ad analizzare le graduatorie professioni sanitarie 2014, balza all’occhio il catalogo presentato in questo inizio d’anno dalla Regione Basilicata: all’interno di esso affiorano ad esempio le graduatorie sanitarie per una Borsa di Studio per laureati in Dietistica, assunzioni per due Tecnici di Radiologia Medica, e per Tecnici di Laboratorio Biomedico. Inoltre sono disponibili 30 posti per il ruolo di Infermiere cat. D, 30 posti per la categoria di Infermiere cat. DS, 2 posti per Logopedista,  oltre a graduatorie inerenti all’assunzione di Operatori Socio Sanitari.

.
All’interno di molte di queste graduatorie si fa menzione del concetto di candidati ammessi alla mobilità (regionale o interregionale): la mobilità nel settore pubblico cerca di soddisfare sia le esigenze del singolo lavoratore alla crescita professionale, sia la necessità delle amministrazioni di reclutare o collocare diversamente il proprio personale. Il concetto di mobilità può essere ripartito in due categorie: quella di rango volontario e quella di rango compensativo. Andiamole ad osservare più da vicino.

.

Graduatorie professioni sanitarie 2014: differenti possibilità

.

La mobilità volontaria consente al dipendente pubblico di transitare direttamente ad una diversa amministrazione. Questo trasferimento è possibile anche fra comparti diversi, richiedendo al lavoratore interessato una parità di qualifica, ma non di profilo professionale. Il nulla osta da parte dell’amministrazione di appartenenza è ovviamente ineludibile, non configurandosi la mobilità come un diritto del dipendente. La mobilità compensativa (detta anche interscambio) si basa sull’accordo fra due dipendenti di pari qualifica e pari profilo professionale e comporta un vero e proprio scambio di posto fra i due soggetti interessati. Nonostante la discrezionalità lasciata alle singole amministrazioni, l’interscambio è un ottimo metodo per coniugare esigenze personali e professionali. Per ciò che riguarda l’ente datore di lavoro, lo svantaggio dovuto alla perdita di una risorsa risulta certamente ridotto ai minimi termini.
E proprio a questo riguardo risultano interessanti le graduatorie professioni sanitarie 2014 inerenti allo stesso procedimento di mobilità: esiste infatti un folto catalogo di posizioni lavorative interessate da questo procedimento di scambio ed inserimento lavorativo all’interno del quale sono coinvolte numerose posizioni tra cui, ad esempio, quelle di infermiere, ostetrica e tecnico di laboratorio.

,

Fonte: concorsipubblici.com

,

Marco Brezza

 

 

Pinterest

Leave a Reply