Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Guardia Costiera: Come Si Può Farne Parte?



Guardia Costiera: Come Si Può Farne Parte?
4.4 (87.5%) 8 Vota Questo Articolo

guardia costieraIl corpo militare della guardia costiera nasce negli anni 80 con l’attuazione della legge 979/82 Disposizioni per la difesa del mare;e i compiti precisi, ovvero:

1. protezione dell’ambiente marino

2. controllo degli inquinamenti in mare

3. servizio di vigilanza delle acque e delle attività che in esse si volgono

4. potenziamento del soccorso marino attraverso l’utilizzo di mezzi adeguati

 

 

La guardia costiera infatti dispone di 300 mezzi collocati in 113 differenti porti. Inoltre dispone anche di mezzi aerei in tre precisi nuclei, ovvero Sarzana, Pescara, Catania.

Questo corpo, in generale si occupa della sicurezza della navigazione e la salvaguardia della vita umana, dell’ambiente marino e delle acque marine e non.

 

Come si Entra nel Corpo e Quali requisiti Sono Richiesti

 

Ogni anno viene pubblicato un bando di concorso della guardia costiera rivolto ai giovani di età compresa tra i 17 ed i 22 anni che volessero entrare a far parte del Corpo delle Capitanerie di Porto come volontari a ferma breve.

I requisiti necessari per poter partecipare sono:

- stato civile celibe/nubile

-licenzia media inferiore

- caratteristiche psicofisiche ideonee

Ad oggi, infatti come per tutti i corpi militare, non solo per entrare ma anche per fare carriera all’interno di questo corpo è necessario partecipare ad appositi concorsi che possono essere riassunti così:

         1 – Tramite il concorso VFP1

         2 -Tramite il concorso sottufficiali o marescialli.

3 – Tramite il concorso per l’Accademia della Marina Militari

 

In questo ultimo caso è necessario essere in possesso di un diploma o di una laurea.

 

Cos’è la Guardia Costiera Ausiliaria?

 

Con i ringraziamenti dell’allora presidente della repubblica per il “…generoso impegno volontaristico in un settore particolarmente delicato ed impegnativo, data l’estensione delle coste del nostro Paese e le emergenze alle quali occorre far fronte, specie nel periodo estivo, per la vigilanza ed i salvataggi…” nasce nel 1998 la Guardia Costiera Ausiliaria.

La guardia costiera ausiliaria è una struttura parallela e complementare rispetto al Corpo delle Capitanerie di Porto composta in tutti i gradi da personale volontario, articolato attraverso la figura dell’ispettore generale e degli ispettori di zona.

La guardi costiera ausiliaria ha il preciso compito di creare e diffondere la cultura della sicurezza in acqua al fine di prevenire quindi i sinistri marittimi.

 

Quali Sono i requisiti per diventare volontario della guardia costiera ausiliaria?

 

 

I volontari della guardia costiera ausliaria non vedono distinzioni di sesso o di età; devono però essere fisicamente idonei e non aver precedenti penali pendenti.

I volontari devono prima superare un periodo di prova, con il quale si guadagnano il titolo di “Volontario Operativo“.

 

Successivamente, attraverso la partecipazione ai corsi di specializzazione mirati, il volontario può anche diventare istruttore, ispettore, comandante di unità, fino ad arrivare a incarichi di responsabilità all’interno della guardia costiera ausiliaria senza però modificare il regime di volontarietà del corpo, ma guadagnando un titolo professionale sulla base dei Modelli dell’INTERNATIONAL MARITIME ORGANIZATION.

 

Fonte: salvamento / euronautica / militari.forumfree/guardiacostiera / freebacoli

 

Valentina Stipa

 

 

 

Pinterest

Leave a Reply