Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Dipendenti INPS e INAIL: Dubbi sulla Gestione dei Tagli di Personale



Dipendenti INPS e INAIL: Dubbi sulla Gestione dei Tagli di Personale
Vota Questo Articolo

Primi numeri riguardo i tagli previsti per i prossimi mesi nel personale appartenenti alla Pubblica Amministrazione e i ministeri coinvolti.
Saranno circa 6.000 i dipendenti pubblici che rimarranno “a casa” nel 2013 secondo le misure previste nella Spending Review. Questa cifra include 3.100 lavoratori ministeriali, ai quali si aggiungono 58 dirigenti di prima e seconda fascia.
Per quel che riguarda gli enti di ricerca i dipendenti “tagliati” nel 2013 saranno circa 140.

 

 

Prepensionamenti Dipendenti Pubblici

 

Il Governo prevede pensionamenti e prepensionamenti per circa l’80 % di questi dipendenti appartenenti ai ministeri e agli enti di ricerca. Inoltre, sono previsti trasferimenti volontari prima di arrivare all’attivazione della cosiddetta messa in disponibilità che apre la strada della mobilità collettiva.

 

Inail e INPS: situazione critica

Dubbi ancora sulla situazione degli appartenenti ai due enti pensionistici, Inail e Inps. Per quel che riguarda il primo, bisogna ricordare che è già stato avviato un taglio del 10 % del personale, ma non è sufficiente. Ci sono ancora 900 dipendenti in soprannumero, di cui 259 effettivi. Ci sono ancora dubbi su come verranno gestite queste eccedenze di personale, sicuramente in una prospettiva di mobilità.
Nel caso dell’INPS, ci sono circa 2.000 dipendenti in più, secondo la Spending Review. Anche in questo caso non ci sono notizie precise su come verrà gestita la situazione.

 

Fonte: Business Online

 

 

Pinterest

Un Commento a “Dipendenti INPS e INAIL: Dubbi sulla Gestione dei Tagli di Personale”

  1. Dipendenti Pubblici: mobilità contro l'esubero Says:

    [...] e, nel caso di eccedenze residue, la mobilità per due anni”. Nello specifico, si parla di 6.000 eccedenze da gestire entro il [...]

Leave a Reply