Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Come Diventare Un Insegnante Scuola Infanzia



Come Diventare Un Insegnante Scuola Infanzia
5 (100%) 4 Vota Questo Articolo

Insegnante Scuola Infanzia. Si diventava insegnante scuola infanzia se si era in possesso del diploma di scuola magistrale o diploma d’istituto magistrale vecchio ordinamento. Ovviamente ciò non bastava perché era necessario superare anche un concorso ordinario per conseguire la necessaria abilitazione o idoneità all’insegnamento.

 

Insegnante scuola infanzia: come diventarlo?

insegnante scuola infanziaLa normativa in seguito si è evoluta ed oggi per diventare insegnante scuola infanzia è necessaria l’abilitazione che può essere conseguita attraverso il tirocinio formativo attivo speriamo di futura attivazione anche per la scuola primaria e dell’infanzia.  Ad oggi infatti è infatti in fase di ultimazione il tirocinio formativo attivo attivato per le scuole secondarie di primo e seconda grado ed è in dirittura di arrivo il tirocinio formativo attivo speciale riservato a tutti quei docenti in servizio ma a tempo determinato in possesso di specifici requisiti ancora in fase di discussione tra le parti.

Rispetto al passato più o meno recente possiamo dire che una volta che l’indizione dei TFA diverrà annuale e diverranno ciclici l’emanazione dei concorsi ordinari, quanti otterranno l’abilitazione attraverso il tirocinio formativo attivo avranno un arma in più per poter diventare insegnante scuola infanzia. Infatti la normativa prevede che gli utilmente collocati avranno a disposizione il 25% sul 50% dei posti messi a disposizione dei concorsi ordinari quindi una vera e propria corsia preferenziale che prevederà la partecipazione a questo concorso di un numero limitato di aspiranti docenti.

L’altro 25% la legge lo riserve ai vecchi diplomati di scuola e di istituto magistrale, ai laureati del nuovo ordinamento.

 

 

Insegnante scuola infanzia: particolarità del ruolo

 

Le ore d’insegnamento per un insegnante scuola infanzia sono di 25 ore settimanali e la retribuzione tabellare così come la retribuzione professionale docenti è identica ai docenti di scuola primaria mentre si differenzia ed anche abbastanza sostanzialmente da quella dei docenti di scuola secondaria di primo e secondo grado.

Per i docenti di scuola dell’infanzia non sono previste le due ore di programmazione così come per i docenti della scuola primaria .

 

La peculiarità di questa categoria di docenti sta nel fatto che essi saranno educatori di bambini particolarmente piccini in genere fino ai cinque o sei anni e dovranno sicuramente avere nel loro dna la conoscenza del gioco perché se da un lato si deve fare il tentativo di far conoscere le prime nozioni dello scrivere e del leggere dall’altro bisogna accettare la voglia di giocare presente nei bambini di quella età per cui bisogna evidentemente essere flessibile e capire quando è il momento di educare e quando il momento di giocare.

 

Anche i docenti di scuola dell’infanzia hanno diritto alla ricostruzione di carriera per cui fatto l’anno di prova maturano questo diritto che terrà conto ovviamente di tutto il periodo di ruolo eventualmente prestato.

 

Ovviamente la peculiarità di questo insegnamento consiste anche nel dotarsi di tanta pazienza ben sapendo che lavorare al cospetto di bimbi così piccoli non è per niente facile. Ma questi docenti, appartanenti alla categoria dell’insegnante scuola infanzia, tranne pochi casi hanno sempre dimostrato di avere un ruolo fondamentale nella crescita dei futuri giovani.

 

Giancarlo Ranalli

 

 

Pinterest

Leave a Reply