Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Insegnanti Precari E Arretrati Di Stipendio: La Gilda protesta



Insegnanti Precari E Arretrati Di Stipendio: La Gilda protesta
5 (100%) 2 Vota Questo Articolo

I docenti precari rimangono senza stipendio: e la Gilda si scaglia contro il MEF. È stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, già ampiamente colmo, relativo alla questione del trattamento degli insegnanti precari della scuola pubblica in Italia.

;

Insegnanti precari e arretrati di stipendioIl sistema di pagamento NoiPa va in tilt

;

Infatti dopo la scottante ed amara beffa delle ferie non pagate, a ben 130mila insegnanti supplenti precari non sono stati pagati gli stipendi di novembre e dicembre. Nonostante le rassicurazioni operate del Miur prima della pausa natalizia, il sistema informatico NoiPa, mezzo utilizzato dalle scuole per effettuare i pagamenti (ed investito da critiche anche con riferimento al blocco dei pagamenti delle posizioni economiche del personale ATA avvenuto nel mese di febbraio), è stato inaccessibile per lungo tempo, impedendo di fatto la liquidazione degli stipendi dovuti per quelle due mensilità. Come sempre ad essere colpiti sono i precari della scuola, ovvero i più deboli e non protetti dalle tutele sindacali ordinarie. A parere della Cgil Scuola non risulta sufficiente introdurre le riforme (ed i tagli) senza prima aver fatto tutte le operazioni d’implementazione e verifica, atte a garantire la piena ed efficace funzionalità del sistema informativo: insomma, il sistema informatico avrebbe dovuto essere rodato prima del rinnovamento. E la situazione ha provocato rilevanti danni agli insegnanti che non si sono visti recapitare lo stipendio relativo alle due mensilità menzionate.

;

Insegnanti precari: l’abuso dei contratti a tempo determinato

;

A parere della Gilda degli insegnanti (la prima associazione professionale in Italia formata da soli docenti) il Mef è anche responsabile del blocco dell’assunzione di più 4400 docenti di sostegno, stabilita dal Ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza (Ministro uscente ed ora sostituito al dicastero da Stefania Giannini) come anticipo per l’anno scolastico 2013/14 del piano triennale di stabilizzazione.

;
A proposito della questione del reclutamento dei docenti sono giunte le opinioni del coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, Rino Di Meglio il quale (in un’intervista a Orizzonte Scuola) ha espresso la posizione del sindacato a riguardo, anche alla luce ed in vista delle azioni legali che sono state intraprese di fronte alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea: in questa direzione Di Meglio ha affermato che la Gilda è fortemente contraria all’eccessivo e indiscriminato utilizzo (che si concretizza evidentemente in un abuso) dei contratti a tempo determinato reiterati. Una pratica che si presta ad esagerazioni a scapito dei docenti precari: insomma se le cattedre sono libere, secondo Di Meglio, le assunzioni devono essere a tempo indeterminato.

;

La selezione all’ingresso per i docenti

;

Per quel che riguarda invece la selezione all’ingresso inerente agli insegnanti, a parere della Gilda la soluzione migliore si concretizza attraverso i concorsi pubblici locali: in questa direzione non parrebbe necessario bandirli a livello di scuole o di reti, come afferma il responsabile istruzione del Pd Davide Faraone.
In conclusione, si attesta su di un numero elevato il quantitativo di situazioni che non scorrono nel modo giusto all’interno del sistema della scuola pubblica italiana. Piccoli passi in avanti sono stati fatti, ma le contingenze impongono di mantenere l’attenzione salda sulle novità in procinto di giungere.

;

Marco Brezza

;

 

 

Pinterest

Leave a Reply