Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Precariato Scuola: il MIUR deve pagare



Precariato Scuola: il MIUR deve pagare
Vota Questo Articolo

Il precariato nella scuola italiana è purtroppo una realtà, ma non è una realtà definitiva. Bisogna lavorare per migliorare la situazione degli insegnanti, non servono più le scuse della crisi per mantenere gli insegnanti con contratti precari e condizioni scarse. Basta.

 

Infatti, qualcosa inizia a muoversi. Nuovi pronunciamenti positivi per i ricorsi Anief con relativa condanna al Ministero che dovrà pagare 90.000 euro circa per danni e spese ad insegnanti precari.

 

Secondo Orizzontescuola, Il Giudice Pangia, del Tribunale di Roma, ha riconosciuto e condannato l’illiceità dell’apposizione del termine ai contratti stipulati oltre il terzo anno consecutivo rilevando che il susseguirsi di contratti a tempo determinato è: “[...] significativo di esigenze lavorative stabili, e non temporanee ed eccezionali, talché la rinnovazione di rapporti a termine tra le parti in causa è comunque abusiva, in base alla Direttiva 1999/70/CE”.

 

La Dott.ssa Pangia, inoltre, nella stessa articolata sentenza dà pienamente ragione alle tesi sostenute dall’Anief e ha ritenuto adeguata alla situazione in esame una misura risarcitoria applicando sia il comma 4 dell’art. 18 dello Statuto del Lavoratori, in cui si configura “il diritto del lavoratore a conseguire il risarcimento del danno pari a cinque mensilità della retribuzione globale di fatto, […]”sia il comma 5 della norma stessa che “prevede il pagamento di quindici mensilità della stessa retribuzione, in sostituzione (come nel caso in esame) del posto di lavoro al quale lo stesso lavoratore aveva diritto a far tempo dalla prima illegittima assunzione.”

 

Il MIUR è stato, quindi, condannato al pagamento, per ciascuno dei tre ricorrenti, di una “indennità pari a venti mensilità della retribuzione globale di fatto” oltre ai versamenti contributivi previdenziali ed assistenziali e al pagamento delle spese processuali pari a € 3.132,00.

 

 

Pinterest

Leave a Reply