Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Insulti ad un carabinieri in Val di Susa



Insulti ad un carabinieri in Val di Susa
Vota Questo Articolo

 

 

Avete visto il video? Triste, vero? Un giovane manifestante insulta e incita, in modo arrogante, ad un carabiniere. La tensione in Val di Susa è sempre più alta. Il giovane cerca di difendere la libertà di altri cittadini, ma sicuramente il suo modo è sbagliato. Per ché prendersela con un dipendente dello Stato?
Ehi, pecorella, sei venuto a sparare? Per quello che guadagni non ne vale la pena… “, offese gratuite nei confronti di chi non può agire perché sta lavorando.
Arrivano come uno sputo sulla visiera dell’uomo in divisa, provocano, irridono, sono la gratuita offesa di chi si ritiene impunito nei confronti di un servitore dello Stato chiamato a compiere il proprio dovere. “Hai un numero, un nome? Mi sa che sei illegale… Sei venuto per sparare, vuoi sparare?.. “, insiste il manifestante al giovane carabiniere che lo fissa davanti e risponde con il proprio silenzio.
Come ben diceva Giangiacomo Schiavi, sul Corriere della Sera, “non si può evitare di pensare a Pierpaolo Pasolini, alla sua invettiva in difesa di altri uomini in divisa, quei poliziotti che più di quarant’anni fa a Valle Giulia, a Roma, vennero presi a botte dai sessantottini con le facce di figli di papà e lo stesso occhio cattivo. Oggi, quarant’anni dopo, facciamo nostre le parole del poeta davanti a questo tracotante no Tav che si abbandona all’insulto nei confronti del giovane carabiniere: “Quando ieri a valle Giulia aveva fatto a botte con i poliziotti, io simpatizzavo per i poliziotti. Perché i poliziotti sono figli di poveri. Vengono dalle periferie, contadine o urbane che siano… ”.
Chi difende oggi i poliziotti? Nelle immagini la violenza ha soltanto una direzione e non posso non ammirare la calma e la professionalità nel comportamento del carabiniere.  “Fatti riconoscere. Io non so chi sei. Parla. Noi ci divertiamo un sacco a guardare voi stronzi… “. Come si fa a non rispondere a queste offese, a questi insulti? Come si fa?
Non si difendono i diritti con le provocazioni o gli insulti. Mai. A nessuno.

Pinterest

3 Commenti a “Insulti ad un carabinieri in Val di Susa”

  1. Carlo Says:

    Ma è d’avvero vergognoso vedere questo giovane provocare l’agente in divisa. Mi chiedo cosa fa questa gente durante la giornata?????…. Ma per che non vanno a lavorare e lasciate in pace quelli che durante il giorno si guadagnano da vivere dignitosamente!!!!!!!

  2. S.Babini Says:

    Non ho parole, sono sicura che io avrei reagito in altro modo molto diverso. Questo personaggio merita di andare in galera, ma chi pensa di essere?

  3. Dipendenti statali -il Blog- » Blog Archive » Bloccato il giovane che insultava un carabiniere in Val di Susa Says:

    [...] del Fuoco Commenti recentiS.Babini su Insulti ad un carabinieri in Val di SusaCarlo su Insulti ad un carabinieri in Val di SusaSofia su Patto di stabilità: scuole materne a [...]

Leave a Reply