Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Interdizione Anticipata Maternità Dipendenti Pubblici: La Guida



Interdizione Anticipata Maternità Dipendenti Pubblici: La Guida
3.7 (73.33%) 6 Vota Questo Articolo

L’ interdizione anticipata maternità per dipendenti pubblici è un diritto delle lavoratrici che prevede un’anticipazione dell’astensione obbligatoria per maternità regolata dalla legge (articoli 16 e 17 del D. Lgs. 151/2001 – Testo Unico maternità/paternità) quando:

-          Ci sono complicazioni della gravidanza

-          Nelle considerate gravidanze a rischio

-          Le condizioni di lavoro possono danneggiare la dipendente o il bambino

-          La dipendente pubblico, addetta al trasporto o al sollevamento peso non può essere trasferita ad altre mansioni

interdizione-anticipata-maternità

Durante il periodo d’interdizione maternità, la dipendente ha il diritto all’intera retribuzione senza nessun tipo di riduzioni. Inoltre, questo periodo viene conteggiato per l’anzianità di servizio e per la maturazione delle ferie.

 

Interdizione Anticipata Maternità: Chi ne ha il diritto?

 

Tutte le dipendenti pubbliche hanno il diritto all’ interdizione anticipata maternità se si dovessero trovare in alcuno dei casi citati precedentemente.

 

Come Presentare la domanda per Interdizione Maternità

 

Per accedere all’ interdizione anticipata maternità, nel caso delle dipendenti pubbliche, è necessario presentare l’apposita domanda, allegando la corrispondente certificazione medica. Ma a chi presentare le domande?

Da novembre dell’anno scorso ci sono alcune novità riguardo le competenze. Vediamo quali sono:

Se si tratta di una richiesta d’ interdizione anticipata maternità per gravi complicanze della gravidanza è necessario fare richiesta all’ASL con il certificato medico di gravidanza e il certificato attestante delle complicazioni. Mentre negli altri casi, è la Direzione Provinciale del Lavoro ad avere la competenza.

In ogni caso, il provvedimento per poter usufruirne è emesso dal Servizio ispezione del lavoro della DPL entro il termine di 7 giorni decorrenti dal giorno successivo a quello di accoglimento della documentazione completa.

Durante il periodo di interdizione maternità anticipata, la dipendente pubblica non è soggetta a visite fiscali.

Per ottenere ulteriori informazioni su come ottenere il certificato per gravidanza a rischio e su dove andare per richiedere l’interdizione maternità anticipata, è possibile telefonare il numero verde gratuito del Servizio sanitario regionale 800 033 033, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.30, il sabato e i prefestivi dalle 8.30 alle 13.30.

 

Per scaricare il Modulo per richiedere l’Interdizione maternità anticipata segue questo link: Modulo Interdizione Anticipata

 

 

 

Roberta Buscherini

 

 

 

Pinterest

Leave a Reply