Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Licenziamento Pubblico Impiego. Niente Legge Fornero



Licenziamento Pubblico Impiego. Niente Legge Fornero
Vota Questo Articolo

Fonte: mobilitapubblicoimpiego.it

Fonte: mobilitapubblicoimpiego.it

Grande scalpore per una sentenza che di fatto non aggiunge granché di nuovo.

La Cassazione ha depositato la sentenza numero 11868 con al quale ha confermato, non certo per la prima volta, che il licenziamento per il personale del pubblico impiego non può rispondere alle regole stabilite con la Legge Fornero, ma deve seguire quanto prevede l’articolo 18 dello statuto dei lavoratori, nella sua formula originaria, prima della legge di modifica.

 

 

 

 

Licenziamento Pubblico Impiego. Contrasti normativi da sanare

 

 

Le motivazioni di questa decisione della cassazione sono molto chiare: “la formulazione dell’articolo 18, come modificato dalla ‘legge Fornero’, introduce una modulazione delle sanzioni con riferimento ad ipotesi di illegittimità pensate in relazione al solo lavoro privato, che non si prestano ad essere estese all’impiego pubblico contrattualizzato per il quale il legislatore ha dettato una disciplina inderogabile, tipizzando anche illeciti disciplinari ai quali deve necessariamente conseguire la sanzione del licenziamento”.

 

Di fatto quindi la cassazione dà ragione al Governo, nella persona del ministro Madia, che da sempre ha sostenuto l’inapplicabilità di questa riforma per il pubblico impiego, con particolare riferimento al reintegro nel posto di lavoro.

 

Ora la necessità di armonizzare questo ambito è più sentita che mai; a dirlo è anche Aldo Bottini, presidente degli Avvocati giuslavoristi italiani, “il contrasto andrà chiarito dalle Sezioni unite o da un intervento legislativo di interpretazione autentica, che peraltro il governo aveva annunciato di voler fare fin dallo scorso anno, quando entrò in vigore il Jobs Act ed era in discussione la riforma del pubblico impiego”.

 

 

 

Licenziamento Pubblico Impiego. E’ Davvero Tutto Così Negativo?

 

 

La risposta a questa domanda è no. L’abolizione del diritto al rientro nel posto di lavoro in caso di licenziamento senza giusta causa avrà come effetto indiretto un inevitabile aumento della produttività, in particolare nel pubblico impiego. Questa sentenza infatti potrebbe trasformarsi anche in un deterrente verso quei lavoratori del pubblico impiego che percepiscono il loro posto fisso quasi come dovuto.

 

Nessuno si scandalizzi per questa affermazione. In Italia il posto di lavoro all’interno delle amministrazioni pubbliche è sempre stato percepito dagli stessi dipendenti come una botte di ferro dove di fatto, al di là del buon senso e della coscienza, i controlli del datore di lavoro sono inesistenti, provocando quindi un naturale abbassamento del livello di produttività, che nel mondo privato accade molto meno di frequente.

 

Il riferimento quindi all’articolo 18, nella sua versione primaria, per ciò che riguarda i licenziamenti nel pubblico impiego potrebbe diventare un motore di produttività.

 

 

 

 

Fonte: corriere / lastampa / ilfattoquotidiano

 

 

 

 

Valentina Stipa

 

 

 

 

 

 

Pinterest

Leave a Reply