Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Mare Nostrum Passa Il Testimone A Triton



Mare Nostrum Passa Il Testimone A Triton
4.2 (84%) 5 Vota Questo Articolo

 

mare nostrum e tritonDi una cosa ormai si ha la certezza: Mare Nostrum finirà. Per buona pace di molti. Perché che non fosse adeguata “a fronteggiare il carattere strutturale delle correnti migratorie” come ha recentemente suggerito il ministro dell’interno Alfano, era chiaro da un pezzo.

E anche che il suo elevato costo, in crescente aumento nel corso dei mesi, non fosse proporzionale all’evitare sbarchi, i quali invece non solo sono aumentati, ma hanno relegato i nostri militari a un ruolo assistenzialista a 360 gradi, fino a toccare il fondo con il contagio di malattie potenzialmente mortali.

 

Va però riconosciuto il grande lavoro compiuto dagli uomini della marina militare italiana che in un anno di operazioni hanno salvato oltre 150.000 persone e incarcerato 330 scafisti, grazie anche agli strumenti in dotazione, in particolare 32 navi militari, 2 sommergibili , elicotteri e aerei  e circa 900 militari, tra marina e aeronautica, ogni singolo giorno da quel 18 ottobre 2013, data di inizio dell’operazione Mare Nostrum.

 

 

 

Marina. Nuova Operazione Targata Frontex

 

 

 

 

Bruxelles lo ha reso ufficiale: Triton avrà inizio il primo di novembre e coinvolgerà le forze armate di 26 paesi membri, “costa meno di un terzo di quanto è costata Mare Nostrum – ovvero 2,9 milioni di euro al mese contro i 9 milioni di Mare Nostrum – ha regole d’ingaggio diverse e il suo obiettivo principale è quello di contrastare l’immigrazione irregolare. Le sue navi saranno impiegate nel raggio di 30 miglia dalle coste italiane e potranno disporre la distruzione delle imbarcazioni sequestrate agli scafisti”.

A Dirlo è il ministro Alfano a seguito anche delle dichiarazioni del direttore esecutivo di Frontex Gil Arias Fernandez, secondo il quale “‘l’agenzia e l’Unione Europea non possono sostituire gli Stati membri nella responsabilità di controllare le loro frontiere”.

 

Le due dichiarazioni però, quella di Alfano e quella di Fernandez, sono discordanti tra loro e rispondono a esigenze del tutto diverse. Se da una parte l’Italia ha necessità di porre fine a un’operazione nata per arginare un’emergenza soprattutto umanitaria, Triton avrà un ruolo di controllo delle frontiere senza alcun intento di soccorso e ricerca, ed è proprio in questo senso che vanno percepite le parole del direttore esecutivo di Frontex.

 

 

 

 

Triton. Sicuri Che Per L’Italia Sia Un Bene?

 

 

 

tritonMa siamo proprio certi che questo passaggio di consegne, tutto da dimostrare, tra Italia ed Europa, limiterà i nostri problemi interni in termini di immigrazione?

Probabilmente no. basta pensare al fatto che Triton non ha imbarcazioni in dotazione né è autorizzato ad avvicinarsi alle coste di partenza degli immigrati, alla Libia ad esempio e né procederà con i respingimenti in mare verso le coste di partenza.

 

Ecco perché la sezione italiana di Amnesty International ha scritto al Governo italiano, affinché non chiuda Mare Nostrum: “Triton risponderà solo parzialmente alle reali e attuali esigenze di ricerca e soccorso in mare al fine di salvare vite umane”.

 

Come opererà concretamente Triton? Le persone che verranno recuperate in mare, come dichiara lo stesso Fernandez, “saranno portati in Italia, perché è lo Stato che ospita l’operazione” dunque “non vale il principio della nazionalità dell’unità che compie il salvataggio”.

 

Quindi il compito dell’Europa termina “al momento dello sbarco di queste persone sul suolo italiano; tutto il resto compete a scelte politiche da fare in sede europea”.

 

Della serie, fatti vostri.

 

 

 

 

Fontre: rainews / ilfattoquotidiano /blastingnews /tgcom24

 

 

 

 

Valentina Stipa

 

 

 

Pinterest

Leave a Reply