Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Marò arrestati in India: situazione sempre più drammatica



Marò arrestati in India: situazione sempre più drammatica
Vota Questo Articolo

“L’Italia non se ne è stata con le mani in mano in questa vicenda e non lo sarà mai ”. Queste le dichiarazioni del sottosegretario agli esteri  Staffan De Mistura, dopo aver incontrato nuovamente, alla luce delle nuove accuse, una per omicidio, i due marò italiani,  Massimiliano Latorre e Salvatore Girone detenuti nel carcere di Pujapoora, da molte, troppe settimane ormai.

 

Omicidio volontario. Questo il capo d’imputazione della polizia indiana verso i nostri connazionali. Un capo d’imputazione non solo non accettato e mal digerito, ma che rischia di compromettere i rapporti diplomatici tra Italia e India.
Ma come stanno i due militari? Negli ultimi colloqui avuti con i rappresentati italiani hanno manifestato entrambi a gran voce la necessità “per ragioni materiali e psicologiche” di essere trasferiti nella Borstal school di Kochi.

 

Ciò nonostante arriva nell’ennesima doccia fredda: la decisione delle autorità carcerarie del Kerala di rinviare di altri 20 giorni l’uscita dei due marò dal carcere di Trivandrum. A questa si aggiunge anche il rifiuto del tribunale di primo grado di Kollam di concedere la libertà su cauzione, asserendo che: “esiste un rischio in caso di rilascio degli imputati di un possibile loro abbandono dell’India e quindi di non reperibilità al momento del processo”.
De Mistura aveva già dichiarato di non riporre particolari speranze di esito positivo in merito alla sentenza del tribunale ma ha aggiunto anche che l’intenzione dell’Italia è quella di rivolgersi a un giudizio di grado più alto “e se fosse necessario fino alla Corte suprema dove riteniamo che ci sia uno spazio maggiore per presentare i nostri argomenti a favore dei marò e delle garanzie per loro necessarie ”.

 

La posizione dei delegati italiani è comunque chiara e irremovibile: i due marò erano impegnati in operazioni antipirateria, quindi godono di immunità così come previsto dalla normativa internazionali che tra le altre cose attribuisce all’Italia la competenza giurisdizionale, poiché la neve sul quale è accaduto il fatto di trovava in quel momento in acqua internazionali.

Pinterest

Un Commento a “Marò arrestati in India: situazione sempre più drammatica”

  1. Paola Says:

    e sarà molto più drammatica se nessuno fa niente………che tristezza!

Leave a Reply