Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Pensioni impiegati pubblici: dati ISTAT e prospettive future



Pensioni impiegati pubblici: dati ISTAT e prospettive future
Vota Questo Articolo

Il momento storico di un’Italia attraversata da una timida e tiepida ripresa dalla dura crisi del quinquennio 2008-2013 mette al centro del dibattito senza ombra di dubbio alcuna il tema delle pensioni pubbliche e private. Ecco alcune riflessioni emerse nelle ultime settimane in merito ai trattamenti pensionistici dei dipendenti della Pubblica Amministrazione italiana che può contribuire a comprendere alcuni punti di vista (corroborati dai dati) sul tema.

 

Pensioni impiegati pubblici

Pensioni impiegati pubblici: prospettive immediate

 

In proposito vanno citate le dichiarazioni di Walter Rizzetto, vice Presidente della Commissione Lavoro alla Camera dei deputati (e deputato Fdi), pubblicate sul sito di Fratelli d’Italia: “Gli ultimi dati sul calo dell’aspettativa di vita degli italiani non possono che darci ragione sul fatto che è un parametro obsoleto, ingiusto ed utilizzato dai soliti burocrati per poter fregare il prossimo pensionando di turno, tutto questo con il beneplacito del Pd che ancora discute su quale misura possa essere la migliore rispetto al tema pensioni“. A parere del parlamentare è necessario obliterare definitivamente questo parametro e concentrarsi sui Quota 96, trovando subito una soluzione definitiva per ancora migliaia di esodati.
Quella messa in evidenza non è altro che la grande contraddizione che passa tra quei dipendenti pubblici che non possono andare in pensione per mancato raggiungimento dei requisiti di anzianità e l’ampia mole di persone che attendono da tempo una collocazione lavorativa dopo aver superato i concorsi pubblici. Risulta necessario, anche a parere di un’ampia fetta di opinione pubblica, rinnovare il settore pubblico anche prevedendo un ricambio generazionale che apporti nuove competenze. Lo scorrimento delle graduatorie degli idonei permetterebbe di fare fronte all’esigenza di cambiamento generazionale nel settore pubblico e alla necessità di collocare persone con comprovate competenze.

 

Pensioni: l’impatto sul nuovo assetto del personale della PA

 

“Alla mia richiesta di proroga delle graduatorie – spiega Rizzetto – il ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione Marianna Madia ha più volte dato generiche risposte senza nulla dire su come il governo stia pianificando il nuovo assetto del personale della PA. Ho quindi interrogato il ministro per sapere, una volta per tutte, se intenda prorogare le graduatorie degli idonei anche in vista della ricollocazione del personale delle province e quali provvedimenti siano stati adottati concretamente per pianificare il nuovo assetto del personale pubblico”. Rimaniamo in attesa di risposte su un tema davvero delicato, mentre l’ISTAT conferma il trend fotografando la realtà con le istantanee della statistica: l’età media di pensionamento è in crescita costante.

 

Pensioni dipendenti pubblici: I dati del Rapporto annuale ISTAT 2016

 

Il Rapporto annuale ISTAT 2016 traccia un quadro in cui si comprende perfettamente come tra il 2003 e il 2014 l’età di pensionamento si sia progressivamente innalzata e l’età media dei nuovi pensionati di vecchiaia sia transitata “da 62,8 a 63,5 anni e quella mediana da 60 a 62″. nel quadro tracciato dall’Istituto Nazionale di Statistica risultano in crescita anche il numero di anni di contribuzione con cui si arriva al pensionamento: “Tra i nuovi pensionati di vecchiaia – si legge nel Rapporto – l’incidenza di coloro che hanno versato contributi per non più di 35 anni scende dal 54,9 al 37,5% tra il 2003 e il 2014, quella di chi ha versato contributi per un periodo compreso tra i 36 e i 40 anni passa dal 37,6 al 33,7%, mentre per chi ha percorsi contributivi superiori ai 40 anni l’incidenza si quadruplica, passando dal 7,6 al 28,8 per cento”.

 

Fonti: Il Sole 24 Ore, contattonews.it

 

Patrizia Caroli

 

Pinterest

Leave a Reply