Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: il blog di esternazioni liberatorie

Accessibilità per i visitatori: sola lettura, ma potrete presto chiedere la registrazione ed esprimere i vostri pareri.

Categorie

 
Nuovi Arrivi Autunnali Uomo

Pensioni Privilegiate: Polizia di Stato



Pensioni Privilegiate: Polizia di Stato 1.00/5 (20.00%) 1 Vota Questo Articolo

La pensione privilegiata della Polizia di Stato è una prestazione che ricevono i familiari degli appartenenti alla Polizia di Stato deceduti in attività di servizio, ma anche i familiari di poliziotti mancati in riposo nel caso in cui la causa della morte è riconducibile a fatti di servizio o interdipendente con infermità già riconosciute tali.

 

 

Pensione Privilegiata Polizia di Stato: chi ha il diritto?

 

Hanno diritto alla prestazione di pensione privilegiata i superstiti degli agenti deceduti in quest’ordine:

-          Coniuge

-          Figli minori di anni 18 o studenti (sino al compimento del 21° anno d’età per gli iscritti alla scuola media superiora e del 26° anno per gli studenti universitari),

-          Orfani inabili a carico del dipendente,

-          Padre o, in mancanza padre, sempre che siano inabili a proficuo lavoro o in età superiore a 60 anni nonché nullatenenti e a carico del dipendente ed in mancanza dei precedenti aventi causa

-          Fratelli e sorelle se minorenni o inabili o in età superiore a 60 anni, nonché conviventi a carico del dante causa e nullatenenti.

 

 

Pensione Privilegiata Polizia di Stato: come si ottiene?

 

Per ottenere la pensione privilegiata è necessario andare sul sito ufficiale dell’Inpdap e cercare la sezione relativa alla modulistica.

Le domande vengono presentate da parte degli eredi o superstiti alla corrispondente sede dell’Inpdap oppure al Dipartimento di Polizia di Stato.

 

 

Decorrenza Pensione Privilegiata:
Dal primo giorno del mese successivo del decesso a quello della presentazione della domanda, qualora quest’ultima sia stata presentata oltre due anni dalla data del collocamento a riposo.

 

 

Come viene calcolata?

 

Coniuge e orfani minori:

-          Primi tre anni: trattamento speciale di importo pari a quello della pensione di prima categoria, ovvero il 100 %.

-          Anni successivi: pensione privilegiata di reversibilità secondo quote percentuali corrispondenti.

 

Superstiti di agente deceduto in pensione, per infermità collegata al servizio:

-          pensione privilegiata di riversibilità nelle misure corrispondenti

 

 


 

Fonte: Polizia di Stato

 

 

 

 

 

 

Pinterest

Leave a Reply