Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Pensioni Pubblico Impiego – Facciamo un pò di chiarezza



Pensioni Pubblico Impiego – Facciamo un pò di chiarezza
3.9 (78.67%) 15 Vota Questo Articolo

Non tutti abbiamo le idee chiara sui tipi di trattamento di pensioni pubblico impiego  oggi presenti .  Ritengo pertanto doveroso fare una rinfrescata che sicuramente tornerà utile a tutti quanti sono dipendenti statali che si apprestano o si appresteranno a lasciare il servizio . Prevalentemente attualmente abbiamo la presenza di tre tipi erogazione del trattamento pensionistico e sono:

 

A) totalmente retributivo

 

B) misto

 

C) totalmente contributivo.

pensioni-pubblica-amministrazione

 

Pensioni nel pubblico impiego: Ecco le differenze dei diversi trattamenti

 

La differenza tra i tre sistemi è sostanziale in particolare tra il primo e terzo trattamento pensionistico. Con il sistema retributivo il cui calcolo viene fatto sulla retribuzione pensionabile degli ultimi cinque anni in effetti al collocamento a riposo si “rischia” di percepire il medesimo emolumento di quanto si era in servizio ovviamente depauperato delle voci accessoria quali possono essere le turnazioni, il disagio, il rischio, i tickets mensa.

Quindi è il sistema di pensione pubblico impiego ovviamente preferito da tutti quanti sono dipendenti dello stato. Ma ovviamente per poter percepire tale pensione con tale sistema era necessario aver maturato al 31.12.1995 diciotto anni di servizio comprensivi di eventuali periodi di valutazione del servizio militare di leva, di eventuali periodi di ricongiunzione ex legge 29/79, riscatto laurea, congedi parentali gratuiti o onerosi,  riconoscimento di periodi figurativi ad esempio ad un diversamente abile a cui sia stata riconosciuta un invalidità civile superiore al 74% vengono riconosciuti due mesi di contribuzione figurativa per ogni anno di servizio fino alla concorrenza massima di anni cinque.

Se questo riconoscimento è intervenuto prima del 31.12.1995 tutti i periodi riconosciuti oltre a determinare il diritto determineranno anche la misura del trattamento di pensione mentre tutti i periodi successivi a quella data determineranno solo il riconoscimento del diritto e non della misura da qui il concetto di periodi validi si ma solo figurativi.

 

Pensioni pubblico impiego: Il sistema misto

 

Con il sistema misto ( fino al 31.121995 retributivo e dall1.1.1996 pro-rata ovvero contributivo) invero il calcolo del trattamento pensionistico viene operato sugli ultimi dieci anni di retribuzione. La perdita concreta sugli emolumenti percepiti in servizio e parliamo sempre di emolumenti pensionabile potrebbe essere intorno al dieci-quindici per cento ( ovviamente una perdita secca ma fortunatamente ancora contenuta. Con il sistema pro-rata ovvero totalmente contributivo si percepirà un trattamento di quiescenza decisamente basso e che oscilla tra il cinquanta-cinquantacinque per cento degli emolumenti che si percepivano in servizio. Ma ovviamente questa è la regola generale ma l’importo di questa pensione è molto legata agli anni di servizio prestati e agli emolumenti percepiti. Quindi in presenza di un alto numero di anni di servizio ad esempio quaranta la pensione erogata con il sistema totalmente retributivo potrebbe essere ancora un ottima pensione invero se pagata con soli venti anni di contributi sarà decisamente una pensione bassa.

Pensioni pubblico impiego e sistema pro-rata

 

Giova ricordare che per tutti i dipendenti del pubblico impiego a far data dal 01.01.2012 è vigente il sistema pro-rata ragion per cui a far data da quella data il calcolo della pensione sarà diverso e orientato verso il basso anche alla luce della revisione al ribasso dei coefficienti a far data dal 01.01.2013.

.Appare superfluo consigliare a quanti si trovano nel tipo di calcolo delle pensioni pubblico impiego con il sistema totalmente contributivo la convenienza ad aderire alla previdenza complementare per incrementare ciò che sarà la futura pensione. Nel pubblico impiego e nel mondo della scuola è da anni operativo il fondo espero  che attraverso la trattenuta di una cifra minima consentirà di avere una pensione più sostanziosa.

 

 

GIANCARLO RANALLI

Pinterest

Leave a Reply