Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Polizia. Annullata prova Concorso



Polizia. Annullata prova Concorso
Vota Questo Articolo

Fonte: ilmattino.it

Fonte: ilmattino.it

Annullata la prova scritta per l’arruolamento di 559 allievi per la polizia di stato che si è tenuta lo scorso maggio. Annullata per precisa volontà del capo della polizia Gabrielli in favore di correttezza, trasparenza e meritocrazia.

 

 

Un’azione forte che lancia un segnale nella giusta direzione, sia per il corpo armato che per l’intera cittadinanza da esso tutelata.
Ottanta domande e nemmeno un errore per quasi duecento candidati avrebbe fatto insospettire chiunque. E infatti perfino la magistratura ha deciso di aprire un’inchiesta per fare luce.

 

A questo numero sorprendente ci aggiunge anche il dato che quasi tutti coloro che non hanno superato il test con il punteggio massimo risultano residenti in Campania. E caso vuole che il soggetto che materialmente ha predisposto i quiz ha sede legale in provincia di Caserta.

Sono troppe coincidenze tutte insieme per definirle fortuite.

 

 

 

Polizia. Troppe coincidenze per non aprire un’inchiesta

 

Le verifiche interne e l’inchiesta della procura hanno riscontrato delle evidenti irregolarità che hanno portato il capo della segreteria del Dipartimento Enzo Calabria a emanare la circolare riportante la decisione di Gabrielli di annullare il concorso, con la giustificazione che “la prova scritta del concorso in oggetto sia stata inficiata da circostanze tali da non garantire la regolarità degli esami (…) al fine di salvaguardare gli interessi pubblici volti a garantire l’imparzialità delle operazioni di selezione, si è determinato a revocare il decreto di nomina della commissione esaminatrice del concorso e le operazioni della prova scritta e i relativi esiti.”
E cosa ne sarà del concorso adesso? Lo scenario che si aprirà sarà quello della nomina di una nuova commissione esaminatrice che dovrà ripetere la prova scritta, aperta solo ai candidati che hanno sostenuto quella del 4, 5 e 6 maggio scorsi.
Per coloro che legittimamente pensano a tempi lunghi, la dichiarazione della segreteria del dipartimento conferma che l’urgenza di nuove risorse sul territorio ha la priorità, pertanto i tempi di svolgimento di tutta l’operazione sarà brevissimi.

 

Polizia. Un segnale di ritorno alla legalità

 

 

 

Per il capo della polizia Gabrielli non è un’azione così nuova. Fin dagli inizio del suo mandato come direttore generale della pubblica sicurezza infatti aveva in più occasioni rimarcato la necessità di un rinnovamento e di un ritorno alle origini del merito vero, senza filtri o condizionamenti.
La polizia di stato ha bisogno di giovani capaci, preparati e motivati (…) entrare barando non è un buon biglietto da visita per un aspirante agente”. E in effetti sarebbe un inizio di carriera sporco e che non preannuncia nulla di buono.
Ricordiamo infatti che il concorso era riservato ai Vfp, i volontari in forma breve, vale a dire i militari distaccati nelle forze di polizia.
Il sospetto di brogli è stato più che accertato, considerando anche le denunce arrivate sui social dai diretti protagonisti del concorso, la cui volontà era quella di promuovere un ricorso collettivo.

 

 

Pertanto la decisione di Gabrielli, oltre che un segnale forte, è stata lineare rispetto all’approccio a un ruolo di difesa e tutela dei cittadini nel rispetto della legalità.
Fonte:  ilfattoquotidiano

 

 

 

 

 

 

 

Valentina Stipa

 

 

 

 

 

 

Pinterest

Leave a Reply