Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Polizia Di Stato: I Tagli Colpiscono Il Servizio Di Pulizie Dei Locali



Polizia Di Stato: I Tagli Colpiscono Il Servizio Di Pulizie Dei Locali
5 (100%) 1 Vota Questo Articolo

Si pensava fosse una peculiarità della scuola pubblica italiana vessata dai tagli operati dalla scure della “spending review”. E invece le problematiche inerenti alla mancanza di fondi presso la Pubblica Amministrazione italiana stanno assumendo una piega molto più ampia ed una aggressività molto più pervasiva di quello che ci si aspettava: colpendo un numero sempre più ampio di settori dell’Amministrazione. Ultima in ordine di tempo è la Polizia di Stato, la quale, negli ultimi tempi, sta vivendo una situazione molto particolare, quasi kafkiana, con i membri del corpo di Polizia di Stato nella provincia di Venezia (ma gli esempi in tal senso sono tanti e diffusi in ogni angolo d’Italia) obbligati ad organizzare turni di pulizia con scope e stracci per sopperire ai tagli effettuati sul servizio di pulizie dei locali adibiti a centrali operative.

.

Polizia di Stato

I tagli drastici sui servizi di pulizia dei locali

.

Un comunicato stampa rilasciato dal sindacato UGL (sezione Polizia di Stato) manifesta con forza il proprio parere a riguardo: in particolare una nota nel comunicato parla di “sempre meno soldi sul capitolo di spesa per gli appalti delle pulizie da effettuare nelle Uffici della Polizia di Stato erogati dal Ministero” con “ditte partecipanti all’appalto che pur di vincere arrivano ad abbassare il prezzo base di partenza quasi del 50% con la inevitabile conseguenza di tagli drastici alle ore a disposizione del personale per pulire sufficientemente gli Uffici”. Viene brandito come esempio quello che sta accadendo presso il Commissariato di Chioggia, all’interno del quale 10 anni fa  l’addetta delle pulizie aveva 25 ore settimanali, mentre ora, secondo UGL, ne avrebbe solamente 4 e mezza. Nella fattispecie la situazione parrebbe configurarsi come insostenibile, con la dichiarazione pubblica del sindacato che evidenzia le difficoltà e la mancanza di decoro in merito alla situazione. Il rappresentante sindacale afferma che certamente verranno sostenuti i colleghi che a causa di ambienti insalubri dovessero ammalarsi di asma, allergie o altre malattie respiratorie.

.

Le conseguenze della spending review sulla Polizia di Stato

.

Pare insomma che la grave mancanza delle adeguate condizioni igieniche negli ambienti di lavoro e nei relativi servizi igienici e spogliatoi, dovute alla ormai quasi totale assenza di regolare pulitura, stia assumendo ingenti dimensioni: una china negativa che non accenna a migliorare e che per questo motivo ha portato alle tante proteste degli scorsi giorni. I problemi ineriscono, come sopra accennato all’importo a cui gli appalti sono concessi, con evidenti giochi di somme al ribasso che hanno condotto il servizio di pulitura a diventare evidentemente carente. La situazione attuale è la chiara conseguenza dei tagli operati dai recenti governi: e in questo senso non ha di certo aiutato il provvedimento della parziale eliminazione dell’Imu. Infatti, una volta eliminata (almeno in parte) la temuta imposta, il bilancio dello Stato doveva comunque essere messo in equilibrio: pertanto una parte delle cosiddette coperture è stata ottenuto proprio attraverso i suddetti tagli. Sono stati quindi ridotti i fondi per le assunzioni finalizzate alla sicurezza, Polizia di Stato e forze armate. Le riduzioni su questi capitoli di spesa si concretizzano in situazioni molto particolari, come quelle qui ricordate. Ma è possibile trovare una soluzione concreta e soddisfacente alla questione?

.

Marco Brezza    

 

 

Pinterest

Leave a Reply