Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Forze dell’ordine e Forze Armate, preoccupate per i tagli e le riduzioni



Forze dell’ordine e Forze Armate, preoccupate per i tagli e le riduzioni
Vota Questo Articolo

Il lavoro non è soltanto una questione di stare 8 ore davanti una scrivania, o in un ufficio, o in giro a vendere o dietro ad un banco…il lavoro e sentire quello che si fa e cercare di farlo al meglio. Per fare ciò sapete cos’è necessario? Essere motivati.

Secondo voi, quanto sono motivati in questo momento gli appartenenti alle forze dell’ordine o forze armate. Tutti i giorni sono colpiti da notizie sui tagli, su lavorare fino a 67 anni, su pensioni irrisorie ecc….come si fa a lavorare in questo modo???

Infatti, il COCER, massimo organo di rappresentanza militare chiede “rispetto per la dignità del personale” e mostra la sua preoccupazione per le previsioni di tagli di 19.000 unità. Il sindacato assicura che il personale è preoccupato e la sensazione di insicurezza è troppo elevata per riuscire a lavorare bene.

Anche il COCER assicura non capire come sia possibile che i nostri rappresentanti politici non si rendano conto che “al di là dei mezzi e degli equipaggiamenti, la componente fondamentale dell’efficienza dello strumento militare è la motivazione del personale. Una motivazione oggi assolutamente e profondamente scossa da continue illazioni circa l’apparente inutilità specie del personale più anziano e specificatamente del ruolo marescialli, che invece con serietà, capacità professionale e esperienza acquisita continua quotidianamente ad assolvere la propria funzione. A ciò si unisce la evidente preoccupazione dei volontari in ferma per la presumibile ridotta possibilità di rimanere in servizio nelle Forze armate ovvero per essere congedati”.

Le riunioni promesse dal Governo per organizzare le riduzioni non sono mai arrivate e il governo ha deciso da solo. “E’ urgente l’esigenza di garantire il massimo rispetto e la dignità del personale delle Forze armate e di essere convocati da parte del governo per una informazione chiara sui provvedimenti di interesse e per capire se e come gli stessi anticipino o meno il progetto di revisione dello strumento militare ancora all’esame parlamentare”.

Pinterest

Leave a Reply