Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Polizia Penitenziaria. Cambio sede del Concorso per Ispettori



Polizia Penitenziaria. Cambio sede del Concorso per Ispettori
Vota Questo Articolo

polizia-penitenziariaLa prova scritta per il posto di 643 nuovi ispettori del corpo di polizia penitenziaria – 608 uomini e 35 donne – in calendario per oggi 23 marzo alle ore 7.30, non avverrà più presso la sede di Roma come annunciato a febbraio, bensì presso l’Hotel & Conference Center ERGIFE.

 

Si potrà pensare che al di là di una semplice comunicazione di servizio, questa notizia non sia particolarmente interessante.

In realtà però non è così. Da febbraio, ovvero dalla prima comunicazione ufficiale, i partecipanti provenienti da tutta Italia si sono organizzati, prenotando alloggi vicino alla Fiera, evitandosi per quel giorno problematiche legate al traffico endemico di Roma, aggravato dallo svolgimento del Giubileo.

 

Il punto non è solo lo spostamento della sede della prova scritta del concorso, ma anche il fatto che il nuovo sito scelto non è certo vicino alla fiera: la distanza tra i due luoghi implica diversi cambi e oltre un’ora sui mezzi pubblici.

 

Non dimentichiamo poi che la partecipazione al concorso è vincolata all’uniforme, la quale dovrà essere indossata fin da subito, non essendoci possibilità di un cambio sul luogo dell’esame. Vi lascio immaginare come si possa affrontare serenamente più di un’ora di viaggio sui mezzi pubblici della Capitale, in perfetta uniforme di prima mattina e con il pensiero di un esame da affrontare.

 

 

Polizia Penitenziaria. Non tutto il male viene per nuocere

 

 

Questo cambio repentino e poco puntale del luogo di svolgimento della prova scritta per il posto di ispettore di polizia penitenziaria ha chiaramente scatenato polemiche tra i sindacati di categoria, Sinappe in testa, il quale lamenta una frettolosa organizzazione del concorso che non ha valutato correttamente tutti gli aspetti, mettendo in difficoltà i partecipanti.

 

Anche il sindacato autonomo Sappe interviene sul tema con una lettera ufficiale all’amministrazione, nella quale si chiede uno slittamento dell’orario di presentazione dei candidati dalle 7.30 alle 8.30 per “garantire correttezza nell’accesso e consentire l’effettiva presenza degli interessati”.

 

Alla luce di una nota proprio del sindacato Sinappe, il DAp ha prontamente risposto prendendo atto del problema e impegnandosi ad agevolare gli spostamenti dei partecipanti al prossimo concorso interno per la qualifica di vice ispettore.

 

 

 

Fonte: sinappe / sappe

 

 

 

 

 

Valentina Stipa

 

 

 

 

Pinterest

Leave a Reply